Volare con cani e gatti: come farli viaggiare in aereo

Norme, requisiti, documenti e costi per volare con il vostro animale di compagnia. Leggete la nostra guida e seguite i nostri consigli per un volo senza stress.

Se l’idea di viaggiare con cani e gatti in aereo vi spaventa, iniziate pure a tirare un sospiro di sollievo: non siete i soli!

Volare con animali al seguito è possibile ma sicuramente più complicato. Ma per quale motivo avere un animale domestico dovrebbe costituire un limite nella pianificazione dei propri viaggi?  Occorre solo prendere alcuni accorgimenti ed essere informati sulle modalità di viaggio: vedrete che organizzare un volo con i vostri cuccioli sarà più semplice dopo aver letto la nostra guida ricca di consigli e informazioni utili su tutto ciò che è necessario sapere per viaggiare in aereo con animali domestici.

Requisiti per volare con un animale

Se da un lato viaggiare in compagnia del proprio animale domestico può essere un’esperienza bellissima, dall’altro ci sono numerosi aspetti da prendere in considerazione prima di essere certi al cento per cento di poter trasformare il proprio amico pelosetto in un vero esploratore a quattro zampe.

Prima di decidere di intraprendere un viaggio in areo in compagnia del proprio cane o gatto, vi consigliamo di:

Passaporto per animali

Anche se può sembrare strano, proprio come gli umani anche gli animali hanno l’obbligo di viaggiare con un passaporto identificativo, che viene rilasciato dai servizi sanitari veterinari abilitati su richiesta del proprietario.

In questo documento vengono raccolte tutte le informazioni circa lo stato di salute del vostro amico a quattro zampe.

Secondo quanto dichiarato nel Regolamento (UE) 576/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 giugno 2013, per quanto concerne tutti gli spostamenti di cani e gatti all’interno dei paesi UE, l’identificazione degli animali deve avvenire:

Se il passaporto del vostro animale è stato rilasciato prima del 29 dicembre 2014, non dovrete chiederne uno nuovo.

Qualora invece sia stato rilasciato in data successiva al 29 dicembre 2014, ne riceverete uno nuovo.

Cosa fare per ottenere un passaporto per animali?

Per ottenere il passaporto identificativo del vostro animale dovrete recarvi dal vostro veterinario di fiducia. Nel passaporto sono inclusi tutti i dati necessari per identificare l’animale in questione, ovvero fotografia, dati anagrafici, vaccinazioni, visite mediche e qualsiasi altra informazione possa essere considerata rilevante.

I requisiti fondamentali per ottenere un passaporto sono:

Con il fine di contrastare la tratta di animali, è consentito di viaggiare trasportando un massimo di 5 animali a testa tra cani, gatti e furetti, eccezion fatta per eventuali circostanze dimostrabili, come mostre o competizioni.

Paesi con restrizioni

Irlanda, Svezia, Malta e Gran Bretagna applicano ulteriori restrizioni per quel che concerne l’introduzione di animali. In particolare il riconoscimento dell’animale deve essere possibile esclusivamente a mezzo microchip (il tatuaggio non è valido) e nel passaporto dell’animale deve essere attestata l’esecuzione:

I laboratori riconosciuti in Italia per questo tipo di esami sono:

Per approfondimenti si consiglia di visitare i rispettivi siti web: Irlanda – Svezia – Gran Bretagna – Malta.

Animali in aereo: cabina o stiva?

Quando si decide di partire in aereo in compagnia di cani e gatti, è necessario dover rispondere a un enorme dilemma che infligge qualsiasi proprietario: meglio in cabina o in stiva?

Molto spesso la risposta a questa domanda dipende dalle dimensioni dell’animale in questione. Sono sempre più numerose  le compagnie aeree che permettono ai propri passeggeri di trasportare in cabina animali, a patto che abbiano un peso non superiore ai 10 kg, compreso il trasportino (anche se alcune compagnie non accettano animali che superino i 6-8 kg).

Qualora il vostro amico a quattro zampe abbia un peso superiore ai 10kg, dovrà viaggiare in stiva.

Sebbene ogni compagnia aerea adotti le proprie regole interne in riferimento a dimensioni dei trasportini, davanti alla possibilità o meno di far sgranchire le zampette al vostro animale durante il viaggio e così via, vi consigliamo vivamente di voler contattare direttamente la compagnia aerea da voi scelta per essere certi di non avere nessun problema.

In linea generale vengono rispettate le seguenti regole:

Inoltre, è importante ricordare che non sono accettati:

Consigli per il viaggio

Ecco qualche consiglio pratico per essere certi che il vostro viaggio in compagnia del vostro amico pelosetto vada a buon fine.

Se il vostro animale viaggia in stiva

Se il vostro animale viaggia in cabina

Caratteristiche del trasportino

Sebbene ogni compagnia aerea abbia le proprie regole per quanto riguarda le dimensioni consentite dei trasportini, in linea di massima ci sono alcune caratteristiche che ogni trasportino o contenitore in questione dovrebbe rispettare per essere ammesso a bordo. Ovvero:

Costi per viaggiare con cani e gatti in aereo

Come è stato messo più volte in evidenza all’interno di questa guida su come viaggiare con cani e gatti in aereo, ogni compagnia ha le proprie regole a riguardo e, per questo motivo, vi consigliamo vivamente di volerla consultare prima di organizzare il vostro viaggio.

Tuttavia, anche in questo caso ecco qualche indicazione orientativa su eventuali costi di trasporto in stiva o in cabina dei nostri amici pelosetti:

Naturalmente questi valori sono indicativi e possono essere soggetti a variazioni. Vi consigliamo sempre di contattare la compagnia aerea da voi scelta prima della partenza.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.1 su 45 voti
Condividi