Prese elettriche internazionali e adattatori da viaggio

Guida alle prese elettriche e agli adattatori universali da viaggio nei vari paesi del mondo, compresi Inghilterra, Irlanda, Stati Uniti, Canada e Giappone.

Un accessorio di viaggio indispensabile quando si visita un paese estero è l’adattatore per la presa elettrica.

Viaggiare senza adattatore in un paese che ha prese elettriche diverse dall’Italia significa non poter usare il proprio phon o qualunque altro apparecchio che necessita di essere collegato alla rete elettrica. Significa anche non poter ricaricare i vostri dispositivi elettronici come smartphone, tablet o macchina fotografica digitale.

Le prese elettriche esistenti al mondo sono diversissime sia per numero di fori (che corrispondono ai poli della spina da collegare) sia per voltaggio, ovvero il tipo di tensione elettrica. Per non rischiare di non poter usare i vostri apparecchi è importante sapere quali prese troverete nel paese che visiterete ed acquistare l’adattatore giusto.

In questo articolo troverete tutte le informazioni utili sulle prese di corrente internazionali e sugli adattatori di viaggio: la differenza tra spine e prese e tra adattatore e convertitore, le prese di corrente usate nei diversi paesi del mondo, cosa fare quando si hanno più dispositivi da ricaricare e importanti consigli per la vostra sicurezza.

Tipi di prese elettriche nel mondo

Se tutti i paesi del mondo avessero le stesse prese di corrente non ci sarebbe bisogno di adattatore. Invece, anche solo restando in Europa, possiamo trovare più di cinque tipi di prese elettriche diversi. Come sapere quali prese troveremo nel paese in cui andremo a viaggiare e quindi l’adattatore che dobbiamo acquistare?

Vediamo insieme le prese elettriche più comuni al mondo. Sono identificate da una lettera secondo una classificazione ideata dal governo degli Stati Uniti e ormai usata internazionalmente:

Spine, prese, adattatori e convertitori: a cosa servono?

Molte persone parlano indifferentemente di spine, prese, adattatori e convertitori: si tratta invece di oggetti diversi, ciascuna con una funzione specifica.

Vediamoli insieme uno a uno, perché conoscerli vi aiuterà notevolmente nella scelta dell’adattatore da viaggio.

La differenza tra spina e presa

Le prese elettriche nel mondo
Le prese elettriche nel mondo

La confusione maggiore si fa tra spina e presa, termini che nell’uso comune vengono usati – erroneamente – come sinonimi.

La spina serve a far “entrare” la corrente in un dispositivo attraverso un cavo per farlo funzionare: è dotata di perni metallici che permettono di infilarla in una presa da cui trarre la corrente. La presa di corrente invece è quella che serve a far “uscire” la corrente dalla rete elettrica: è dotata di soli fori e la sua posizione è fissa, in genere si trova attaccata a un muro.

Per far entrare una spina in una presa di corrente entrambe devono essere dello stesso tipo. Cercare di far entrare una spina inglese in una presa italiana (o viceversa) è come far entrare un quadrato in un cerchio: impossibile.

L’adattatore

Quando si viaggia all’estero ci si trova ad avere dispositivi elettronici con spine italiane, ma le prese di corrente sono di tipo diverso e quindi non possiamo inserire le nostre spine. Che facciamo quando abbiamo bisogno di ricaricare i nostri dispositivi?

L’adattatore è l’oggetto che risolve questo problema. È una presa/spina due in uno: da un lato è dotato di fori in cui inseriamo la nostra spina italiana (spina in entrata), dall’altro è dotato di perni metallici (spina in uscita) che consentono di inserirlo in una presa di corrente di tipo diverso rispetto a quella in cui andrebbe inserita la spina in entrata.

Esistono tantissimi tipi diversi di adattatori in commercio. I più comuni permettono di inserire una sola spina e possono essere usati solo per un tipo di presa elettrica. Ad esempio, un adattatore Italia/UK vi consente di usare le spine italiane in tutti i paesi (e solo quelli) che hanno le prese di corrente del tipo usato nel Regno Unito.

Gli adattatori migliori sono quelli universali (adattatori Italia/mondo), che hanno più tipi di spine in uscita e possono quindi essere usati in quasi tutti i paesi del mondo. I modelli migliori hanno anche diversi tipi di spine in entrata, ovvero potete inserire nell’adattatore spine di tipo diverso.

Il convertitore di tensione

ll voltaggio delle prese elettriche nel mondo
ll voltaggio delle prese elettriche nel mondo

Il voltaggio della tensione elettrica varia da paese a paese: ad esempio, quello italiano è 230V, mentre negli Stati Uniti è 120V.

Vi può sembrare una questione tecnica poco interessante, ma ha un’importante risvolto pratico: per motivi di sicurezza non si possono usare dispositivi funzionanti con 110 volt in un Paese con corrente a 220 volt. Il rischio è quello di bruciare il proprio apparecchio o, peggio, restare fulminati.

I dispositivi tra i 220 e i 240 volt possono generalmente essere attaccati a prese di corrente con voltaggio 110 volt, ma funzionano con minore potenza.
In questi casi il problema si risolve munendosi di convertitore di tensione, un piccolo apparecchio in grado di convertire la tensione della corrente elettrica da un valore a un altro in modo sicuro.

Quasi sempre l’uso del convertitore non è necessario perché gli apparecchi moderni sono multi-tensione e anche gli adattatori possono sostenere un voltaggio tra i 110 volt e i 240 volt.

Prima di partire verificate sulla confezione del vostro adattatore il voltaggio per cui è abilitato: se non coincide con quello del paese in cui vi state recando comprate un convertitore.

Acquistare smartphone e altri prodotti elettronici negli Stati Uniti

I dispositivi elettronici venduti negli USA funzionano con voltaggio americano, più basso rispetto a quello italiano, per cui l’alimentatore che viene fornito in dotazione non è compatibile con le prese italiane. Questo significa che al vostro arrivo in Italia dovrete acquistare un alimentatore di tipo italiano.

Pensateci dunque prima di acquistare Ipod, Iphone, Ipad, MacBook perché tentati da prezzi più convenienti.

Acquistare un adattatore di corrente

La caratteristica fondamentale da controllare quando si acquista un adattatore di prese elettriche sono i tipi di spina in ingresso e in uscita. Il vostro adattatore deve avere fori che vi consentono di inserire la vostra spina italiana e a sua volta deve poter essere inserito nella presa di corrente del paese in cui andrete.

Se lo acquistate in Italia la spina in ingresso è quasi certamente quella italiana, per cui da questo punto di vista in teoria non avrete problemi.

Purtroppo però in Italia sono ugualmente diffuse le spine a due poli (tipo C) e quelle a tre poli (tipo L), mentre la maggioranza degli adattatori ha spine in entrata a due poli e quindi non possono essere usati con le spine a tre poli. Fate dunque attenzione ad acquistare un adattatore che possa essere usato con entrambe le spine.

Scegliere un adattatore da viaggio universale è sicuramente la soluzione a tutti i problemi. L’adattatore universale ha infatti il grande vantaggio di poter essere usato pressoché in tutti i paesi del mondo: vi evita quindi di dover acquistare un adattatore diverso per ogni vacanza. Costa di più rispetto ad un adattatore normale, ma nel lungo termine consente di risparmiare un bel po’. Un altro vantaggio è che non dovete ogni volta chiedervi che tipo di prese troverete nel paese che andrete a visitare.

Quanto costa un adattatore di corrente internazionale

Il prezzo di un adattatore da viaggio varia tantissimo a seconda del modello. Si parte da un paio d’euro per i modelli con una spina in entrata e una in uscita fino ad arrivare a 30,00 euro e più per un adattatore universale di qualità.

Soprattutto nel caso degli adattatori universali, i modelli più economici risultano spesso inutilizzabili perché incapaci di sopportare il peso delle spine collegate o perché realizzati in materiali di scarsa qualità che si rompono facilmente.

Meglio spendere qualcosa in più ed acquistare un solo adattatore che vi duri per tantissimi anni, anziché un nuovo adattatore ad ogni viaggio. Risparmiate soldi e non vi riempite la casa di paccottaglia elettrica.

Dove acquistare l’adattatore

Adattatori, convertitori e powerbank si possono acquistare nei negozi di elettrodomestici e ferramenta, negli aeroporti e online. Acquistare in negozio vi permette di verificare immediatamente se il prodotto è conforme a ciò di cui avete bisogno, mentre acquistarlo online vi permette di confrontare decine di prodotti ma soprattutto di avere un riscontro diretto da chi lo ha già acquistato, leggendo le recensioni.

Comprare adattatori, convertitori e powebank in aeroporto è in genere molto più costoso e quindi da evitare se possibile.

Consigliamo in ogni caso di acquistarlo sempre prima del viaggio, in quanto trovare un adattatore compatibile con le prese italiane all’estero non è sempre così semplice, soprattutto se viaggiate in zone meno turistiche. Inoltre partire con l’adattatore in valigia vi permette di ricaricare i vostri dispositivi appena arrivati, senza dover perdere tempo a cercare un negozio dove comprare l’adattatore.

Vedi tutti gli adattatori da viaggio

Quando è bene acquistare un adattatore all’estero

L’utilità più comune di un adattatore è quella di cui abbiamo parlato finora, ovvero poter attaccare alla prese di corrente il proprio phon, cellulare, computer o altro apparecchio che funziona a corrente elettrica mentre si è all’estero.

Un adattatore è necessario anche nel caso opposto, ovvero se acquistiamo un dispositivo elettronico all’estero e vogliamo usarlo in Italia. In questo caso la spina in entrata dev’essere la stessa degli apparecchi che vogliamo collegare all’adattatore, mentre quella in uscita dev’essere di tipo italiano.

Powerbank, il caricabatterie portatile

powerbank sono gli ormai diffusissimi caricabatterie portatili, dotati di una o più porte USB, che consentono di ricaricare dispositivi elettronici in assenza di prese di corrente.
È una vera e propria riserva d’energia che si ricarica collegandolo ad una presa di corrente per alcune ore. Energia che poi può essere utilizzata a piacimento, sia in hotel che durante il giorno.

Va da sé che il powerbank non risolve esattamente il problema di avere spine che non possono entrare nella presa di corrente, ma è molto utile per chi ha più dispositivi da ricaricare tramite porte USB, come smartphone o fotocamere.

Esistono addirittura powerbank ad energia solare: seppur molto lenti a caricare, possono essere la soluzione ideale per chi viaggia in zone dove non è garantito trovare prese di corrente.

La quantità di energia che riescono a immagazzinare è espressa in Ah (milliampere) ed ovviamente maggiore è il valore, più energia e quindi più ricariche riesce a soddisfare.
Per fare un esempio, un powerbank da 10.000 Ah permette di ricaricare 5 volte un dispositivo che assorbe 2.000Ah (ad esempio uno smartphone), un powerbank da 20.000 di conseguenza potrebbe ricaricarlo ben 10 volte.

Vedi tutti i caricabatterie da viaggio

Come fare per caricare più dispositivi contemporaneamente

Il numero di dispositivi elettronici che portiamo in viaggio aumenta sempre più e in molti casi si tratta di oggetti per noi irrinunciabili. Se avete un solo adattatore, però, potrete caricare un solo dispositivo per volta e questo può essere un problema per chi rimane in hotel giusto il tempo di dormire.

Pensate poi a una vacanza di coppia o con amici in cui tutti hanno bisogno di caricare lo smartphone o la macchina fotografica nello stesso momento ma si ha un solo adattatore: che incubo!

Si può ovviare a questo problema in vari modi:

Consigli per la sicurezza

Anche in viaggio è bene seguire le comuni accortezze per la sicurezza durante l’uso di apparecchi elettrici. In particolare:

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.3 su 11 voti
Condividi