Carta di identità valida per l’espatrio

Guida completa alla carta d'identità valida per l'espatrio: la nuova CIE, come farla, quanto costa, quanto dura, tempi di rilascio e altre info utili.

La carta di identità valida per l’espatrio permette di viaggiare in molti paesi, europei e non solo, evitando di dover fare il passaporto.

Ma quali paesi la accettano? Come essere sicuri che la propria carta d’identità sia valida per l’espatrio? C’è differenza tra carta d’identità in formato cartaceo e carta d’identità elettronica? Meglio partire informati per evitare di vedersi negare l’imbarco sull’aereo e rovinare una vacanza o compromettere un viaggio di lavoro.

Nel nostro articolo vi spieghiamo tutto ciò che è bene sapere sulla carta d’identità valida per l’espatrio: come riconoscerla, come richiederla, in quali paese viene accettata, quanto costa, quanto dura, quanto tempo ci vuole per il rilascio e cosa fare in caso di furto o smarrimento.

Cos’è la carta d’identità

La carta d’identità è un documento di identificazione dello stato italiano che consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare. Può essere o meno valida per l’espatrio: solo nel primo caso potrà quindi essere usata per viaggiare in alcuni paesi al posto del passaporto.

In passato la carta d’identità era un documento cartaceo, ma a partire da Gennaio 2019 tutte le nuove carte di identità sono elettroniche. Rimangono tuttavia valide fino alla data di scadenza le carte d’identità in formato cartaceo già emesse.

La carta di identità elettronica

La nuova carta di identità elettronica (CIE) è simile nell’aspetto ad una carta di credito. Si tratta di un supporto in policarbonato che riporta la foto del titolare, i dati anagrafici e le immagini di due impronte digitali (un dito della mano destra e un dito della mano sinistra).

La nuova carta di identità è molto più difficile da contraffare rispetto alla precedente versione cartacea, grazie ad un microprocessore ad alta frequenza e ad altri elementi come ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture e guilloches la CIE.

Oltre a funzionare come un tradizionale documento cartaceo, la nuova carta di identità elettronica consente l’autenticazione online per usufruire di servizi delle pubbliche amministrazioni e semplifica notevolmente la procedura per l’acquisizione di un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

I vantaggi della carta d’identità elettronica

Progettata per garantire il massimo di funzionalità e di sicurezza, la carta d’identità elettronica presenta numerosi vantaggi rispetto al precedente documento cartaceo. Ecco i quattro vantaggi più evidenti.

  1. la sua doppia funzione di documento di riconoscimento e documento per accesso a servizi online;
  2. utilissima per chi viaggia, consente un controllo rapido del documento anche all’estero grazie alla disposizione dei campi sul documento in base alle raccomandazioni degli standard internazionali;
  3. la sua inalterabilità: con la CIE non avrete più problemi di carte d’identità strappate, danneggiate, sgualcite o diventate illeggibili perché finite per sbaglio in lavatrice;
  4. la protezione dei dati personali del titolare, grazie ad un sistema di crittografia.

Come riconoscere se la carta di identità è valida per l’espatrio

Avete già la carta d’identità ma non siete sicuri se è valida per l’espatrio? Potete facilmente controllarlo da soli: se la vostra carta non riporta la dicitura “non valida per l’espatrio” allora si può usare per viaggiare all’estero.

Dove cercare la dicitura “non valida per l’espatrio” ? Se presente, si trova:

Chi può fare la carta d’identità valida per l’espatrio

Possono richiedere la carta d’identità valida per l’espatrio tutti i cittadini italiani, anche quelli residenti all’estero iscritti all’AIRE. Vi sono però alcune eccezioni: vediamole insieme.

Non possono richiedere la carta di identità valida per l’espatrio:

In questi tre casi è possibile richiedere la carta d’identità non valida per l’espatrio, che può essere usata come documento di riconoscimento in territorio italiano.

Quali paesi si possono visitare con la carta d’identità

Con la carta di identità valida per l’espatrio si può andare in tutti i paesi dell’Unione Europea e nei paesi extra UE che abbiano stipulato uno specifico accordo con l’Italia.

A titolo indicativo riportiamo l’elenco dei paesi che accettano la carta di identità valida per l’espatrio:

  • Albania
  • Austria
  • Belgio
  • Bosnia-Erzegovina
  • Bulgaria
  • Cipro
  • Croazia
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Gibilterra
  • Grecia
  • Irlanda
  • Islanda
  • Lettonia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Monaco
  • Norvegia
  • Olanda
  • Polonia
  • Portogallo
  • Regno Unito
  • Repubblica Ceca
  • Romania
  • Repubblica Slovacca
  • Slovenia
  • Spagna
  • Svezia
  • Svizzera
  • Ungheria

Alcuni paesi accettano la carta d’identità ma pongono alcune condizioni:

  • Egitto: occorre portare una foto per il visto, che verrà fatto all’arrivo;
  • Marocco, Tunisia e Turchia: questi paesi accettano la carta d’identità solo per chi vi si reca con viaggio organizzato;
  • Repubblica di Montenegro: la carta di identità viene accettata solo per un soggiorno con durata massima di 30 giorni.

Ricordiamo che gli accordi internazionali possono variare nel tempo, per questo motivo l’elenco è puramente indicativo.

Se state organizzando un viaggio e volete informazioni aggiornate sui documenti necessari per andare nel paese che vi interessa consultate il sito Viaggiare Sicuri curato dal Ministero degli Esteri. È la fonte di informazione più attendibile.

Come richiedere la carta d’identità

La richiesta per la carta d’identità valida per l’espatrio va fatta al comune di residenza. In caso di domicilio diverso dall’indirizzo di residenza è possibile richiederla al comune del domicilio ma questo allunga i tempi di rilascio. Ecco passo per passo cosa fare per avere la carta d’identità.

Prenotare l’appuntamento in comune

La prima cosa da fare per richiedere la carta d’identità valida per l’espatrio è prenotare un appuntamento per il rilascio o il rinnovo della CIE presso l’ufficio comunale competente.

Vi consigliamo di fare la vostra prenotazione online sul sito Agenda CIE curato dal Ministero dell’Interno, creato appositamente per evitare lunghe code agli uffici comunali. Il sito vi permette di prenotare l’appuntamento in qualsiasi momento, con pochi click, senza dover uscire di casa.

La procedura è molto semplice. Una volta registrati al sito con i vostri dati anagrafici, avrete accesso ad un calendario che mostra le disponibilità dell’ufficio o degli uffici comunali a cui potete rivolgervi (in alcuni comuni è possibile rivolgersi sia ad un ufficio centrale sia ad un ufficio decentrato).

Scegliete la sede, il mese, il giorno e l’ora in cui desiderate fissare l’appuntamento, inserite i dati richiesti e confermate.

Riceverete un’email di conferma con i dati della vostra prenotazione.

Un’altra possibilità è prenotare l’appuntamento chiamando o presentandovi direttamente presso l’ufficio competente. Le modalità e gli orari variano da comune a comune: se non sapete a quale ufficio rivolgervi chiamate l’URP (ufficio relazioni con il pubblico).

Presentarsi in comune

Il giorno dell’appuntamento presentatevi in comune con i documenti necessari (vedi paragrafo “Documenti da presentare per richiedere la carta d’identità”).

Il personale dell’ufficio verificherà i vostri documenti, procederà all’acquisizione delle vostre impronte digitali e vi chiederà di fare un’autodichiarazione che attesti la vostra idoneità all’espatrio e di firmare un modulo di riepilogo.

Nel corso dell’appuntamento dovrete anche indicare la modalità di ritiro del documento desiderata (vedi paragrafo qui sotto).

Ritirare la carta d’identità

In passato il rilascio della carta d’identità avveniva in comune e la consegna era immediata.

La nuova carta d’identità elettronica non viene più stampata in comune bensì presso l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Una volta pronta, viene spedita all’indirizzo indicato dal titolare al momento di presentazione della domanda di rilascio.

Potete scegliere di farvi recapitare la carta d’identità all’indirizzo di residenza, ad un diverso indirizzo o in comune.

Se avete scelto la consegna a domicilio (indirizzo di residenza o altro indirizzo), per essere sicuri di ricevere la carta d’identità dovete tener presente quanto segue:

Nel caso in cui non siate presenti a casa (o non sia presente la persona delegata), il postino lascerà un avviso di mancata consegna con le informazioni per richiedere un secondo tentativo di consegna.

Se invece avete scelto il ritiro in comune dovrete presentarvi personalmente a ritirarla trascorsi 6 giorni dalla presentazione della domanda di rilascio. Dovete essere muniti di un modulo di ricevuta riportante i dati e il numero della carta che viene fornito nel corso del primo appuntamento in comune.

Documenti da presentare per richiedere la carta d’identità

I documenti necessari per richiedere la carta d’identità valida per l’espatrio sono una fototessera e un documento di riconoscimento.

La foto per la carta di identità deve avere le stesse caratteristiche di quelle usate per i passaporti, ovvero sfondo neutro e viso scoperto. Il viso dev’essere contenuto interamente nell’immagine e centrato rispetto al riquadro dell’immagine. E’ possibile fare le foto con gli occhiali da vista, ma non con quelli da sole o con lenti scure. Il sito della Polizia di Stato riporta alcuni esempi di fotografie valide e fotografie non adatte.

Sono accettate sia foto in formato cartaceo oppure foto su supporto digitale USB. Nel primo caso si tratta delle tradizionali fototessere stampate: le dimensioni devono essere 45×35 cm. Nel secondo caso, la foto dev’essere in formato .jpg, avere una definizione di almeno 400 dpi e una dimensione di massimo 500kb.

Come documento di riconoscimento potere usare la carta d’identità che sta per scadere o scaduta da non più di sei mesi oppure il passaporto. In mancanza di un documento di riconoscimento è possibile fare la richiesta in presenza di due testimoni di età superiore ai 18 anni muniti di un documento d’identità valido.

Non è obbligatorio ma è consigliabile avere con sé la tessera sanitaria/codice fiscale: questo permette di velocizzare le attività di registrazione dei dati. Può essere una buona idea portare anche una stampa della conferma di prenotazione.

Quanto costa fare la carta d’identità

Il costo della carta d’identità valida per l’espatrio è di 22,20 € da pagare in contanti presso l’ufficio comunale in cui si fa richiesta. In alcuni uffici dotati di POS è possibile pagare con bancomat.

Il costo è lo stesso sia per il rilascio di una nuova carta che per il rinnovo. In caso di duplicato, invece, si pagherà 27,30 €.

In queste somme è compreso il costo della spedizione a casa del documento.

Quanto tempo occorre per fare la carta d’identità

La carta d’identità valida per l’espatrio viene consegnata in tempi piuttosto brevi e precisamente entro 6 giorni lavorativi dalla data di presentazione della domanda.

In ogni momento potete monitorare lo stato di spedizione della vostra carta d’identità sul sito Agenda CIE: accedete con i vostri dati, cliccate sul pulsante “Cerca carta” ed inserite il codice fiscale ed il numero della CIE.

Attenzione però: per calcolare realisticamente il tempo che vi occorre per fare la carta di identità dovete considerare anche il tempo che passa da quando prenotate l’appuntamento a quando vi recate in comune. Alcuni comuni hanno tempi di attesa piuttosto lunghi, per cui potrebbe passare anche una settimana o più dal giorno in cui prenotate a quello dell’appuntamento.

Carta d’identità per minorenni

Anche i minorenni possono richiedere la carta d’identità valida per l’espatrio, fin dalla nascita. La procedura per il rilascio della CIE a minori di 18 anni è uguale a quella dei cittadini maggiorenni, con lievi modifiche che vi descriviamo qui sotto.

La prenotazione dell’appuntamento non può essere fatta da un minorenne, deve quindi essere fatta da uno dei genitori.

All’appuntamento in comune devono essere presenti il minore e i due genitori oppure un genitore munito di dichiarazione dell’altro genitore di assenso all’espatrio al rilascio della carta.

Fino ai 12 anni il documento viene firmato dai genitori. A partire dai 12 anni sarà il minore a firmare il documento e depositare le impronte digitali.

Si ricorda che fino ai 14 anni d’età i minori possono viaggiare all’estero solo se accompagnati. Verificate sempre se sussistono condizioni particolari da parte del paese che intendete visitare o della compagnia aerea.

Durata della carta d’identità

La durata della carta di identità valida per l’espatrio varia a seconda all’età del titolare ed è di:

Attenzione però: a prescindere dalla data di rilascio la carta di identità scade nel giorno del compleanno del titolare.

Facciamo un esempio per spiegare meglio. Siete nati il 13/10/86 e vi viene rilasciata la carta d’identità in data 08/12/2018. La vostra carta sarà valida fino al 13/10/2028.

Come rinnovare la carta d’identità

Per il rinnovo della carta d’identità dovete seguire la stessa identica procedura descritta qui sopra per il primo rilascio. Sono uguali anche i documenti da presentare, i costi, i tempi di rilascio.

Non è necessario attendere la scadenza della carta d’identità per rinnovarla. Potete già farlo a partire da 180 giorni prima della data di scadenza.

Cosa fare in caso di furto o smarrimento

In caso di furto o smarrimento della carta d’identità la prima cosa da fare è sporgere denuncia alla polizia o ai carabinieri.

La seconda cosa da fare è chiedere la revoca del documento: è qualcosa di simile a bloccare una carta di credito rubata per impedirne un uso improprio.

Come bloccare la carta d’identità?

Se siete in possesso di carta d’identità in formato cartaceo dovrete recarvi presso il comune di residenza.

Se siete in possesso di una carta CIE potete chiedere la revoca del documento senza bisogno di recarvi in comune: basta chiamare il numero 800263388. I dati che vi verranno richiesti sono:

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00 e il sabato dalle ore 8:00 alle 14:00.

A questo punto potete richiedere un duplicato della carta.

Come richiedere il duplicato della carta d’identità

La procedura per il duplicato della carta d’identità è simile a quella del primo rilascio, ma in questo caso dovrete pagare un costo superiore (27,00 euro) e portare con voi anche copia della denuncia di furto o smarrimento alle autorità italiane.

La carta che vi viene rilasciata avrà la stessa durata di una nuova (esempio 10 anni per un maggiorenne)

Furto o smarrimento della carta d’identità all’estero

Se il furto o lo smarrimento della carta d’identità avviene mentre vi trovate all’estero la cosa migliore da fare è rivolgersi al consolato e richiedere un documento di viaggio provvisorio chiamato EDT. La procedura è spiegata nel dettaglio sul sito Viaggiare Sicuri.

Potrebbe non essere strettamente necessario (ad esempio se viaggiate via terra all’interno dell’area Schengen) ma è fortemente consigliato: non è mai una buona idea viaggiare senza un documento di riconoscimento.

È importante anche fare la denuncia di furto o smarrimento alle autorità locali.

Casi in cui la carta di identità valida per l’espatrio non viene accettata

Ci sono alcuni casi in cui una carta d’identità, seppur valida per l’espatrio e non scaduta, non viene accettata:

Purtroppo ci sono anche situazioni in cui una carta d’identità legalmente valida non viene accettata. Ciò vale soprattutto per le vecchie carte d’identità cartacee, che erano facilmente falsificabili e che per questo motivo non erano viste di buon occhio in alcune frontiere.

I disagi a cui si può andare incontro presentando la carta d’identità anziché il passaporto vanno dalla semplice perdita di tempo fino al diniego di ingresso.

Con l’introduzione della CIE questi disagi dovrebbero ridursi perché questo documento è più simile a quello di altri paesi e viene più facilmente riconosciuto dal personale di frontiera. Inoltre non è facile da contraffare e non è facilmente deteriorabile.

In caso di dubbi informatevi prima di partire o, se siete in possesso di passaporto elettronico, viaggiate con quello.

Consigli per chi viaggia con la carta d’identità in formato cartaceo

Se avete ancora la carta d’identità in formato cartaceo abbiatene molta cura perché si deteriora facilmente.

Non plastificatela (non è ammesso), non aggiustatela con lo scotch se si strappa, riponetela con cura nel portafoglio evitando di schiacciarla in taschini troppo stretti, state attenti a non farla cadere in acqua o a non gettarla in lavatrice.

Per saperne di più

Tutte le informazioni utili sulla nuova carta d’identità elettronica si trovano sul sito ufficiale gestito dal Ministero degli Interni.

Per sapere se il paese che volete visitare accetta la carta d’identità consultate il già citato sito Viaggiare Sicuri. Per ogni paese del mondo riporta una scheda con informazioni aggiornate non solo sui documenti necessari, ma anche su sanità, mobilità e sicurezza e avvisi in tempo reale su notizie d’interesse per il viaggiatore.

Per informazioni sugli orari di apertura degli uffici e la modalità di prenotazione dell’appuntamento per la richiesta di primo rilascio, rinnovo o duplicato consultate il sito del vostro comune.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 5 su 8 voti
Condividi