Bagaglio da stiva, come imbarcare senza problemi

Informazioni utili sul bagaglio da imbarcare: quante valigie portare, peso e dimensioni consentiti, bagagli per gli USA, passeggini e bagagli speciali.

Bagaglio da stiva, bagaglio da imbarcare, bagaglio registrato, bagaglio check-in: tanti nomi diversi per indicare la stessa cosa, ovvero il bagaglio che anziché viaggiare a bordo dell’aereo con il passeggero viene trasportato nella stiva.

A volte al momento di fare la valigia alcuni viaggiatori potrebbero essere un po’ confusi: quanti bagagli possono imbarcare? Devo pagare un supplemento? Il peso consentito per il bagaglio da stiva si somma a quello del bagaglio a mano? Posso portare con me il passeggino o lo devo imbarcare? Che tipo di valigia mi conviene comprare se voglio imbarcarla?

In questo articolo troverete tutte le informazioni utili per viaggiare con il bagaglio da stiva: numero di bagagli, peso e dimensioni consentiti dalle principali compagnie aeree, quando e quanto si paga per imbarcare il bagaglio, guida all’acquisto del bagaglio da stiva, bagagli TSA adatti a viaggi negli USA, le regole per i bagagli speciali e alcuni consigli utili.

Quando imbarcare un bagaglio nella stiva

Viaggiare con il bagaglio da stiva presenta alcuni vantaggi rispetto al solo bagaglio a mano. Il più ovvio nonché il più apprezzato dai viaggiatori è quello di poter portare molta più roba: il peso consentito infatti oscilla tra i 20-23 kg anziché gli 8-10 kg dal bagaglio a mano. Inoltre, non ci sono limitazioni alla quantità di liquidi e si possono portare anche forbici e altri oggetti non consentiti a bordo dell’aereo.

Imbarcare il bagaglio nella stiva vi permette infine di ridurre il volume e il peso del bagaglio a mano e di potervi spostare più leggeri mentre siete in aeroporto.

Ci sono però anche alcuni svantaggi. Tanto per cominciare, imbarcare il bagaglio non è sempre gratis: sempre più compagnie aeree, infatti, tendono a promuovere tariffe light che non includono il bagaglio da stiva, richiedendo un extra per poterlo imbarcare.

Inoltre, una volta che avete consegnato il bagaglio da stiva al personale dell’aeroporto non l’avrete più a disposizione fino all’aeroporto di destinazione. I bagagli da stiva corrono anche il rischio, a volte, di essere danneggiati o smarriti.

Come imbarcare un bagaglio da stiva

Check in del bagaglio da stiva
Check in del bagaglio da stiva

Se viaggiate con uno o più bagagli in stiva, dovrete necessariamente passare dal check-in o al banco drop-off (solo deposito bagagli) per affidarli al personale dell’aeroporto, PRIMA di recarvi ai controlli di sicurezza.

Di solito la procedura è semplice. Vi presentate al banco check-in della compagnia aerea e consegnate documenti e bagagli al personale. Verificati i documenti di viaggio, i bagagli vengono pesati e, se rientrano nelle dimensioni e peso consentiti, l’addetto al check-in applica un codice a barre sul bagaglio utile per il tracciamento. Infine i bagagli vengono inviati al personale addetto allo smistamento e caricati sulla stiva dell’aereo.

Potrete poi ritirare i bagagli imbarcati all’aeroporto d’arrivo, nell’area denominata “baggage reclaim“.

Fate solo attenzione, soprattutto nel caso di compagnie aeree low cost, se è richiesto o meno il checkin online. In tal caso dovrete effettuare il check-in PRIMA di recarvi in aeroporto e, giunti nel terminal di partenza, consegnare i vostri bagagli da stiva al personale del banco consegna bagagli (baggage drop-off).

In realtà la situazione varia molto da aeroporto ad aeroporto, sempre più frequentemente troverete i banchi Drop-Off dedicati, ovvero abilitati solo a raccogliere i bagagli ma non ad effettuare i checkin, in altri dovrete dirigervi ai tradizionali banchi checkin anche se avete già provveduto online.

Fare il checkin online e poi lasciare i bagagli al DropOff è sicuramente il modo più rapido per imbarcare i bagagli.

Alcuni aeroporti più moderni sono addirittura dotati di banchi consegna bagagli automatici dove sono gli stessi passeggeri a pesare i propri bagagli e a stampare il codice a barre da applicare sul bagaglio per il tracciamento.

Per approfondire le regole e le modalità di imbarco in aeroporto, vi consigliamo di leggere Come prendere l’aereo.

Quanto costa imbarcare il bagaglio

Le compagnie aeree low cost richiedono SEMPRE il pagamento di una quota per poter imbarcare la valigia, mentre con le compagnie di bandiera le regole ono molto più varie. Spesso il trasporto di un bagaglio da stiva è compreso nel prezzo del volo, altre volte no, dipende dalla tariffa che avete acquistato. In ogni caso è sempre ben indicato nella mail di prenotazione.

Il costo di un bagaglio da stiva varia da compagnia a compagnia: in genere è intorno ai 20,00 – 30,00 euro a tratta se lo acquistate al momento della prenotazione. Si può decidere di imbarcare la valigia anche in un secondo momento, aggiungendo il trasporto di un bagaglio alla prenotazione prima di effettuare il checkin, ma solitamente costa di più.
Cercate invece di evitare di aggiungerlo in aeroporto, perché il prezzo sale notevolmente.

Ricordate che il prezzo per imbarcare la valigia è sempre a tratta, ovvero dovrete pagare la quota sia all’andata che al ritorno. Se il prezzo è 20,00 euro, viaggiare con un bagaglio da stiva vi costerà 40,00 euro A/R.

Bagagli a mano imbarcati perchè fuori misura

La penale che le compagnie aeree, soprattutto quelle low cost, impongono per imbarcare in stiva il bagaglio a mano che non rientra nei limiti di peso e dimensioni consentiti è invece molto più cara.

Se infatti il vostro bagaglio a mano dovesse risultare più grande o più pesante dei limiti imposti dalla compagnia aerea, sarete costretti a lasciarlo al gate di imbarco e pagare una somma che, nonostante vari da compagnia a compagnia, si aggira in genere sui 40,00 euro in su per una sola tratta. Il vostro trolley o zaino verrà imbarcato, proprio come un bagaglio da stiva, e potrete ritirarlo al nastro bagagli dell’aeroporto d’arrivo.

Nel caso di dubbi sulle dimensioni o sul peso del bagaglio a mano è quindi conveniente scegliere da subito di imbarcare una valigia, anziché rischiare di pagare la penale.

Numero, peso e dimensioni consentiti

La franchigia bagaglio, ovvero la quantità di bagagli, il loro peso e dimensioni consentiti, viene definita dalla compagnia aerea e varia non solo da compagnia a compagnia, ma anche tra le diverse tariffe della stessa compagnia. I biglietti business class ad esempio consentono di portare più bagagli e di peso superiore rispetto ai biglietti di classe economy.

Se vi state chiedendo quanti bagagli da stiva si possono imbarcare, sappiate che le condizioni più comuni per biglietti di classe economy prevedono la possibilità di portare gratuitamente 1 solo bagaglio da stiva.

Seppur di gran lunga superiori rispetto a quelli del bagaglio a mano, inoltre, anche il bagaglio da stiva deve rispettare dei limiti di peso e dimensioni, che come abbiamo già detto variano a seconda della compagnia aerea. Questo vale sia per i bagagli da stiva gratuiti sia per quelli a pagamento.

Per i biglietti di classe economy questi limiti di peso si aggirano intorno ai 20-23 kg.

Tenete presente che il peso e le dimensioni consentite del bagaglio da stiva non si possono sommare a quelli del bagaglio a mano.

Esempio

Viaggiate con una compagnia di bandiera che vi consente il trasporto gratuito di un bagaglio da stiva di 20 kg e un bagaglio a mano di 10 kg. Fatta la vostra valigia, la pesate: il peso è 15 kg. Vi avanzano 5 kg rispetto al peso massimo del bagaglio da stiva e vorreste poterli usare per mettere più roba nel bagaglio a mano, che già pesa 10 kg. Non è possibile perché il peso massimo consentito del vostro bagaglio a mano rimane 10 kg.

Di solito inoltre i limiti sono sempre considerati per singolo viaggiatore, senza tener conto dell’eventuale gruppo in cui viaggia.

Esempio

La vostra compagnia prevede 1 bagaglio da stiva di max 20Kg. Voi viaggiate in coppia e al checkin, pesando le valigie, una è di 25 e l’altra di di 15 Kg. In tal caso vi verrebbe fatto presente che una delle due valigie è troppo pesante, quindi o pagate il supplemento oppure trovate il modo di redistribuire il peso fra le 2. Magari potreste obiettare che il peso complessivo è sempre di 40Kg, ma i limiti vengono imposti per singolo bagaglio.

In rari casi comunque alcune compagnie consentono di considerare come limite di peso, la somma delle singole franchigie dei passeggeri inseriti in un’unica prenotazione. Questo è molto utile per chi viaggia in famiglia o per gruppi di amici, ma sappiate che sono casi eccezionali: prima di partire accertatevi se la vostra compagnia aerea lo consente, in modo da evitare brutte sorprese all’aeroporto.

Qui di seguito vediamo la franchigia bagaglio delle principali compagnie aeree. Le riportiamo a titolo indicativo, ma poiché cambiano frequentemente vi invitiamo a consultare il sito della vostra compagnia aerea per informazioni aggiornate.

Peso e dimensioni consentiti dalle compagnie low cost

Tutte le tariffe indicate sono a tratta e si riferiscono al costo del bagaglio acquistato al momento della prenotazione.

Peso e dimensioni consentiti dalle compagnie di bandiera

La franchigia per il bagaglio da stiva delle compagnie di bandiera varia a seconda della classe di viaggio. Ecco quanti bagagli da stiva è consentito portare gratuitamente se viaggiate in economy:

Attenzione, tutti i limiti indicati sono soggetti a variazioni, per cui vi consigliamo sempre di verificare sul sito della compagnia aerea prima di partire.

Cosa non si può mettere nel bagaglio da imbarcare

Il bagaglio da stiva consente maggior libertà rispetto al bagaglio a mano, che è soggetto a numerose restrizioni. Ad esempio si possono portare liquidi in quantità illimitata, forbici e altri oggetti non ammessi nel bagaglio a mano.

Nel bagaglio da stiva sono vietati solo gli oggetti che possono mettere a rischio la sicurezza dei passeggeri e del velivolo. Questa è la lista completa degli oggetti vietati nel bagaglio da stiva stilata dall’ENAC – Ente Nazionale Aviazione Civile:

Questo divieto in genere non crea problemi ai viaggiatori, per ovvi motivi: è un po’ improbabile che un turista voglia mettersi in valigia qualcosa di radioattivo, un virus, una pistola lanciarazzi o un veleno.

Tuttavia in caso di oggetti particolari che suscitino dubbi è bene controllare quali sono gli oggetti ammessi nel bagaglio da stiva sul sito della vostra compagnia aerea. Alcune compagnie, infatti, applicano delle ulteriori restrizioni rispetto alla lista ufficiale.

Tutti gli oggetti ammessi nel bagaglio da stiva devono essere contenuti all’interno del bagaglio. Oggetti di dimensioni superiori a quelle consentite per il bagaglio da stiva sono considerati bagagli oversize o speciali.

Portare alcolici o sigarette nel bagaglio da stiva

In genere alcolici e sigarette si possono portare nel bagaglio da stiva, ma potrebbero essere soggetti a restrizioni. La quantità di alcolici e sigarette consentita nel bagaglio da stiva dipende infatti dalle leggi del paese di partenza e di destinazione. Anche i cibi e alcuni altri beni possono essere soggetti a restrizioni doganali.

In molti casi è possibile trasportare la quantità in eccesso facendo un’apposita dichiarazione agli uffici doganali presenti in aeroporto; in altri casi invece il trasporto non è consentito.

Bagagli speciali

Alcuni oggetti come strumenti musicali, bici, tavole da surf, sci e altre attrezzature sportive vengono considerati bagagli speciali o oversize e non rientrano nella franchigia del bagaglio da stiva. Il trasporto di questi oggetti va acquistato a parte ad un prezzo di norma superiore rispetto a quello previsto per una normale valigia.

Se viaggiate con bagagli speciali o oversize, arrivate in aeroporto con largo anticipo rispetto all’orario di partenza del volo perché le procedure per imbarcare questo tipo di bagagli sono più lunghe rispetto a quelli di dimensioni standard.

Non dimenticate di aggiungere questi bagagli alla vostra prenotazione, altrimenti potreste essere costretti a pagare una tariffa salatissima in aeroporto o, peggio, vedervi rifiutato il trasporto del bagaglio oversize.

Attrezzature sportive

Gli equipaggiamenti sportivi con peso e dimensioni che rientrano nella franchigia bagaglio possono essere imbarcati gratuitamente, mentre vanno pagati a parte tutte le attrezzature che eccedono le dimensioni consentite.

Il trasporto in aereo di armi per uso sportivo o professionale da parte di titolari di porto d’armi è sottoposto a rigide condizioni, da rispettare scrupolosamente, ed è è subordinato alla prenotazione e accettazione da parte della compagnia aerea.

Qualora consentito, le armi possono essere trasportate solo nel bagaglio da stiva e devono essere scariche, smontate e custodite all’interno di appositi contenitori chiusi. Vanno etichettate al banco check-in e consegnate alla polizia aeroportuale; per il ritiro rivolgersi alle autorità competenti dell’aeroporto d’arrivo.

Strumenti musicali

In genere possono essere portati a bordo dell’aereo come bagaglio a mano strumenti musicali di dimensioni contenute, che rientrano nei limiti previsti per il bagaglio.

Per strumenti che eccedono le dimensioni consentite per il bagaglio a mano è necessario imbarcarli (a pagamento); alcune compagnie tra cui Alitalia consentono di portare a bordo dell’aereo il proprio strumento musicale acquistando un posto supplementare, ma solo prenotando presso agenzie autorizzate o il call centre.

Passeggini e seggiolini auto

Tutte le compagnie aeree consentono di imbarcare gratuitamente il passeggino e in alcuni casi anche altri oggetti utili a chi viaggia con bambini come il seggiolino auto, seggiolino rialzato o lettino da viaggio.

Consegnare il passeggino al check-in

Anche se il passeggino viene imbarcato gratuitamente, dovrete passare al banco check-in della compagnia aerea per poterlo registrare. A quel punto lo lascerete al personale di terra, che lo imbarcherà come una normale valigia, e lo ritroverete al nastro di consegna bagagli all’aeroporto d’arrivo.

Attenzione, se avete con voi un passeggino e viaggiate con solo bagaglio a mano, dovete ugualmente passare necessariamente al banco checkin per registrarlo.

Consegnare il passeggino sottobordo

Se preferite la comodità di continuare a usare il passeggino fino al momento di salire sull’aereo potete chiedere di consegnarlo sottobordo.

Anche in questo caso il servizio è gratuito e dovrete passare al banco check in per la registrazione, ma non consegnerete il passeggino al personale di terra. Lo porterete con voi fino all’imbarco e appena prima di salire in aereo lo consegnerete al personale che si occupa dei bagagli.

Lo ritroverete sotto l’aereo o al nastro di consegna bagagli (dipende dall’aeroporto d’arrivo: ognuno ha regole diverse al riguardo).

Sia che scegliate di imbarcare il passeggino che di consegnarlo sottobordo è bene proteggerlo da urti e graffi custodendolo all’interno di un’apposita sacca protettiva. È consigliata anche un’assicurazione di viaggio che copra i danni per bagagli danneggiati.

Possono essere portati a bordo dell’aeromobile solo i passeggini che rientrano nelle dimensioni consentite per il bagaglio a mano, dotati di una certificazione di sicurezza. Esistono in commercio alcuni modelli richiudibili con queste caratteristiche. Non sono necessari, ma valutatelo se avete un volo con uno o più scali.

Per maggiori informazioni consultate l’approfondimento dedicato al viaggiare con bambini.

Animali domestici

Il trasporto di animali domestici in aereo è soggetto a norme internazionali e alle disposizioni delle compagnie aeree.

Alcune compagnie consentono il trasporto di animali in stiva, altre invece permettono di portare l’animale a bordo dell’aereo soltanto come bagaglio a mano (in questo caso la gabbietta deve rispettare i limiti di dimensioni consentite per il bagaglio a mano).

Informatevi sulle modalità di trasporto di animali domestici prima di acquistare il biglietto. Fatelo con largo anticipo perché lo spazio riservato agli animali nella stiva dell’aereo è quasi sempre molto limitato.

Ricordiamo inoltre che per un gatto, un cane o qualsiasi altro animale domestico un viaggio in aereo è molto stressante. Raccomandiamo pertanto di portare con sé il proprio amico a quattro zampe solo in caso di reale necessità. Chiedete consiglio al vostro veterinario su come poter rendere il viaggio meno sgradevole per il vostro animale.

Ancor più complicato, e in molti casi non ammesso, è il trasporto in stiva di animali esotici, soggetti a moltissime restrizioni e condizioni particolari.

Per saperne di più consultate l’articolo dedicato al trasporto di animali domestici in aereo.

Consigli per viaggiare con il bagaglio da stiva

Molti viaggiatori si lasciano un po’ prendere la mano quando sanno di poter portare gratuitamente un bagaglio da stiva. Liberati dalle restrizioni del bagaglio a mano, finiscono per mettere nel bagaglio da stiva di tutto e di più, con il risultato che poi si trovano a viaggiare scomodi o a pagare multe per l’eccesso di peso.

Ecco alcuni consigli utili per viaggiare con il bagaglio da stiva senza stress:

Bagagli con TSA per gli Stati Uniti

Lucchetto TSA
Lucchetto TSA

Se viaggiate negli Stati Uniti è consigliato acquistare un bagaglio con chiusura TSA.

Di che si tratta? La sigla TSA sta per Transportation Security Administration: è un ente governativo statunitense che si occupa della sicurezza negli aeroporti. Il personale TSA effettua controlli molto rigidi sui bagagli dei passeggeri in arrivo e in partenza e in caso di dubbi non esitano ad aprire il bagaglio per controllare il contenuto.

I bagagli con chiusura TSA possono essere facilmente aperti con una speciale chiave in dotazione al personale dei controlli, senza dover far saltare il lucchetto o, peggio, danneggiare il bagaglio.

Potete scegliere di acquistare una valigia con lucchetto TSA incorporato oppure acquistare a parte un lucchetto TSA da usare per qualsiasi valigia. Oggigiorno i lucchetti incorporati nei bagagli sono quasi tutti di tipo TSA, ma è meglio controllare le specifiche del bagaglio.

Per altre informazioni importanti sulle modalità di ingresso negli Stati Uniti consultate Documenti per gli USA.

Come scegliere il bagaglio da stiva

Non esiste il miglior bagaglio da stiva in assoluto: la scelta del bagaglio da stiva dipende dal tipo di viaggio che si effettua più frequentemente (che paesi si visitano, con che mezzi ci si sposta, cosa si vuole mettere all’interno della valigia) e dai gusti personali.

C’è chi preferisce le valigie rigide perché offrono maggior protezione dagli urti e dai furti, inoltre in caso di pioggia il contenuto rimane completamente asciutto. Le valigie semirigide o morbide sono più leggere e più “flessibili”, permettendo di gonfiarsi un po’ e di farci entrare più roba.

I trolley sono adatti per viaggi brevi, mentre gli zaini sono consigliati per viaggi avventurosi o per chi si sposta su terreni sconnessi o molto fangosi.

Se volete una valigia facile da trasportare scegliere un modello a 4 ruote di qualità, ricordate però che anche le ruote rientrano nel conteggio delle dimensioni consentite per il bagaglio e che i modelli a 2 ruote sono in genere più stabili.

Altri fattori da considerare per scegliere il bagaglio da stiva sono il numero di scomparti interni ed esterni, il sistema di sicurezza (lucchetto, chiave, combinazione), la presenza o meno di cinghie di compressione.

Anche l’occhio vuole la sua parte e su questo le aziende produttrici di valigie si sono sbizzarrite. In commercio esistono prodotti di ogni colore e ogni fantasia, adatti ad accontentare tutti i gusti, dal più classico al più eccentrico.

Se volete un prodotto da usare per molti anni, però, è meglio optare per colori scuri senza disegni perché riescono a camuffare efficacemente graffi e ammaccature.

Per avere alcune idee consultate il nostro shop.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.2 su 24 voti
Condividi