Metropolitana di Stoccolma

La metropolitana di Stoccolma è da usare e da ammirare: efficientissimo mezzo di trasporto pubblico, è anche una galleria d'arte contemporanea gratuita.

I mezzi di trasporto pubblici di Stoccolma sono efficienti e dal prezzo tutto sommato economico se si considera che a Stoccolma tutto costa molto più che da noi.

Il mezzo più rapido, e non a caso il più usato da residenti e turisti, è la metropolitana, chiamata in svedese tunnelbana e quindi indicata su fermate e mappe con la lettera T.

La metropolitana di Stoccolma è una delle più belle al mondo, contendendosi il primato soltanto con Lisbona. Le opere d’arte delle stazioni metro di Stoccolma sono però più variegate, in molti casi di gusto moderno ma con qualche eccezione dal fascino retrò.

La nostra guida alla metro di Stoccolma vi aiuterà a usarla come mezzo di trasporto e ad apprezzarla come attrazione turistica.

Informazioni utili sulla metropolitana di Stoccolma

Ecco tutte le informazioni che vi servono per spostarvi in metropolitana da una parte all’altra di Stoccolma.

Linee e orari

La metropolitana di Stoccolma conta tre linee, ciascuna delle quali con più ramificazioni, per un totale di 110 stazioni e una lunghezza complessiva dei binari di oltre 100 km.

Ogni linea è contrassegnata da un colore, mentre le diverse ramificazioni vengono indicate con un numero preceduto dalla lettera T, che equivale alla M di metropolitana.

Ecco nel dettaglio tutte le linee della metropolitana di Stoccolma:

  • linea verde: la prima a essere costruita, attualmente conta tre rami:  Åkeshov – Skarpnäck (T17), Alvik – Farsta strand (T17), Hässelby strand – Hagsätra (T18).
  • linea blu: Kungsträdgården – Hjulsta (T10), Kungsträdgården – Akalla (T11)
  • linea rossa: Norsborg – Ropsten (T13), Fruängen – Mörby centrum (T14)

La metropolitana è in funzione dalle 5:00 all’una di notte durante la settimana e tutta la notte nel weekend.

Biglietti

Esistono diversi tipi di biglietti per viaggiare sulla metropolitana di Stoccolma. Quale scegliere dipende dall’uso che farete dei mezzi pubblici:

  • biglietto di corsa singola: consente un solo viaggio ed è consigliato solo se pensate di usare la metropolitana occasionalmente. Il costo varia a seconda delle zone da attraversare.
  • Travelcard: consente l’uso illimitato dei mezzi pubblici nel periodo di validità della carta, a scelta tra 1, 3, 7 o 30 giorni.
  • carta SL Access: una smart card che potete caricare con il quantitativo che desiderate, da cui per ogni viaggio vi viene scalato l’importo corrispondente. Ha un costo iniziale di 10 sek (circa 2,5 euro) ma consente un notevole risparmio sul prezzo del biglietto di corsa singola. È la soluzione preferita dai residenti, ma può risultare conveniente anche per i turisti.

Mappa

Qui di seguito trovate la mappa delle 3 linee della metropolitana di Stoccolma completa di tutte le fermate.

Le più belle stazioni della metropolitana di Stoccolma

Caso piuttosto raro, la metropolitana di Stoccolma non è solo uno dei mezzi più efficienti per spostarsi in città ma anche un’attrazione turistica amatissima da tutti i visitatori della capitale svedese.

L’immagine della metropolitana come qualcosa di buio e un po’ squallido non si addice per niente a Stoccolma, città che già poco dopo l’apertura della prima linea ha voluto migliorare l’aspetto estetico delle stazioni.

Oggi sono circa 90 su 110 le stazioni della metropolitana di Stoccolma trasformate in opere d’arte. La metro della capitale svedese viene considerata la galleria d’arte più lunga al mondo ed è sempre presente nelle liste delle attrazioni da non perdere in città. Il prezzo del biglietto d’ingresso è piuttosto economico: basta un biglietto per una corsa semplice!

Le stazioni più belle si trovano lungo la linea blu, ma se ne trovano di interessanti anche lungo la linea verde e rossa. Le decorazioni sono varie e fanno uso di mosaici, sculture, installazioni, dipinti, gradini colorati, neon e altro ancora.

Le stazioni degli anni Cinquanta sono generalmente decorate a piastrelle, mentre negli anni Settanta si affermò l’usanza di ricoprire le pareti dei tunnel in calcestruzzo anziché in cemento per esaltarne il naturale effetto ondulato. Il risultato è che queste stazioni appaiono simili ad una grotta.

Alla realizzazione di queste opere d’arte hanno contribuito artisti da tutto il mondo. Le fonti di ispirazione sono le più diverse: le tematiche ambientali, la cultura pop, il surrealismo di Magritte, l’archeologia industriale, la fantascienza…

Come visitare le stazioni della metropolitana di Stoccolma

Come già detto, non esiste un biglietto d’ingresso per visitare le stazioni della metropolitana: basta avere un valido titolo di viaggio. Entrate e uscite a piacimento in base alla validità del biglietto di viaggio che avete con voi.

Nei mesi estivi vengono organizzati alcuni tour gratuiti in lingua inglese, mentre durante tutto l’anno potete partecipare a tour a pagamento. Potete anche optare per il fai da te, andando a vedere le stazioni che noi vi consigliamo.

Quali stazioni visitare

Se volete fotografare le 10 stazioni della metropolitana di Stoccolma più belle prendete il treno e scendete qui:

  • T-centralen: è il punto d’incontro delle tre linee e forse per questo combina stili diversi. Le immagini più note sono i mosaici in piastrelle degli anni Cinquanta e la caverna nei toni del blu creata dall’artista Per Olof Ultvedt, che alterna decorazioni floreali alle sagome dei lavoratori che parteciparono alla costruzione della metropolitana.
  • Solna Centrum: famosa come la “bocca dell’inferno”, è probabilmente la stazione più impressionante. Un rosso incandescente fa da contrasto a un profilo nero, dando la sensazione di trovarsi all’interno dell’inferno dantesco. Alcune pareti sono decorate con un’illustrazione che denuncia i pericoli dell’industrializzazione a scapito dell’ambiente.
  • Solna Strand: nome simile a quella precedente ma atmosfere tutte diverse. Qui domina il rilassante colore azzurro di un cielo con leggiadre nuvolette, che spunta a blocchi tra i binari, sul soffitto o sulle pareti.
  • Kungstradgarden: all’interno del Giardino del Re, questo il nome in italiano della stazione, è stato allestito uno scavo archeologico con colonne romane.
  • Rådhuset: altra grotta sotterranea di colore rosso, ma più tenue rispetto al rosso brillante di Solna Centrum. Qui ci si sente all’interno di un vulcano, avvolti dal magma.
  • Fridhemsplan: decorata a tema nautico con oggetti come una bussola o un’ancora di dimensioni gigantesche.
  • Thorildsplan: dedicata ai videogiochi degli anni 80-90, con mosaici di piastrelle che raffigurano i fantasmini si Pacman, i personaggi di Super Mario Bros e altre decorazioni a tema.
  • Hotorget: una delle stazioni più antiche, e in apparenza decorata semplicemente con anonime piastrelle di colore pastello. Se alzate gli occhi al soffitto, però, potrete ammirare un’installazione dell’artista Gun Gordillo che con 103 neon luminosi ha voluto ricreare la scia lasciata dai pattini sul ghiaccio. La stazione è stata usata come location per alcune scene di un videoclip di Madonna.
  • Tekniska Högskolan: astratta e futurista, decorata nei toni del blu e grigio, con un soffitto che ricorda un mare in tempesta.
  • Stadion: forse la stazione più allegra, merito di un enorme arcobaleno dipinto sul soffitto.