Dove dormire a Stoccolma

L’offerta di alloggi di Stoccolma è vastissima, ma i prezzi sono piuttosto elevati. Chi non ha problemi di budget avrà l’imbarazzo della scelta e la possibilità di alloggiare in hotel di design e di lusso di prima scelta. Anche chi viaggia low cost troverà soluzioni interessanti, visto che gli ostelli sono di qualità e i quartieri tra cui scegliere numerosi e interessanti.

Di seguito presentiamo una panoramica delle varie zone di Stoccolma, in modo da permettervi di scegliere la zona migliore dove dormire che più si adatta alle vostre esigenze.

Cerca Hotel, Appartamenti e B&B
Prenota online e paga al tuo arrivo!
Le tariffe migliori, Zero anticipo e Zero commissioni!

Gamla Stan

Il centro storico di Stoccolma, la sua parte più antica fondata nel 1252. È la zona più turistica e più pittoresca della città e offre una grande varietà di alloggi, dagli ostelli agli hotel di lusso che, come sempre accade nei centri storici, hanno prezzi più elevati rispetto al resto della città.

Molte attrazioni si possono visitare a piedi e l’accesso alla metro e ai traghetti è semplice. La zona è ricca anche di ristoranti, bar e pub, quindi è senza dubbio il quartiere ideale dove alloggiare per avere tutto a portata di mano.

Norrmalm

La faccia moderna della capitale svedese, ideale per chi vuole immergersi nella vita svedese. Si trova a nord rispetto al centro storico ed è la zona preferita da chi ama lo shopping lungo la strada pedonale Drottninggatan o in piazza Sergels Torg.

Da ex quartiere industriale molti anni fa quest’area si è trasformata nel cuore commerciale di Stoccolma, il luogo dove trovare ottimi ristoranti e hotel moderni. Da qui sono ottimi i collegamenti con la metro per raggiungere sia le altre zone della città sia l’aeroporto.
L’offerta di alloggi è vasta, ma si tratta soprattutto di hotel di lusso o comunque che richiedono un budget alto.

Södermalm

Alternativa bohémien della città, quella in cui trovare i negozietti vintage e alternativi, le caffetterie arredate con gusto retrò, i ristoranti di design e i locali con musica dal vivo. Da ex quartiere operario, oggi sta diventando una delle zone trendy della città.

La zona è popolata di artisti e qui si possono trovare alloggi di vario di genere, dai tipici cottage in legno che si affacciano sulla costa e che sono stati trasformati in B&B ad accoglienti e moderni hotel, fino ad appartamenti e sistemazioni privati. Questa è la zona ideale per chi vuole provare a respirare la vita tradizionale svedese di un tempo e capire le sue trasformazioni.

Djurgården

Il quartiere verde, ideale per le famiglie e per chi cerca una zona tranquilla dove soggiornare. Qui si trovano numerose gallerie e musei, ma il punto di forza è il lungomare dove concedersi lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta.

L’isola è molto amata anche dalle famiglie svedesi che vogliono trascorrere una giornata allo zoo oppure visitare uno dei tanti musei della zona, come quello degli Abba o il Nordic Museum o ancora il parco tematico Gröna Lund. Da questo quartiere si può raggiungere comodamente il centro a piedi, in tram o in traghetto, soltanto la metro non arriva fino a questa isola.

Östermalm

Il quartiere chic di Stoccolma. Qui si trovano parchi verdi, la Biblioteca Reale, diversi musei, ma soprattutto tantissimi negozi di lusso per gli amanti dello shopping e una vasta scelta di club esclusivi per chi vuole immergersi nella vita dei vip svedesi.

Spesso questo quartiere è paragonato all’Upper East Side di New York. Se volete alloggiare qui, dunque, preparate un budget consistente: le sistemazioni sono da sogno, ma il prezzo riflette il contesto estremamente elegante e costoso.

Vasastan

Il quartiere a nord-ovest del centro ed è un buon compromesso per chi cerca un alloggio economico ma non troppo distante dal centro storico. È un quartiere popolare, dove entrare in contatto con gli abitanti in uno dei numerosi bar o in un negozietto di seconda mano.
La zona è ricca di atmosfera e allo stesso tempo tranquilla e rilassata. Qui si trovano il parco pubblico Vasaparken, la galleria d’arte contemporanea Bonniers Konsthall e il museo dedicato agli Ebrei.