Traghetti per Palermo

Raggiungere Palermo in traghetto è affascinante e conveniente: informazioni e consigli per prenotare online e assicurarsi il miglior prezzo!

Se il modo più rapido per raggiungere Palermo è l’aereo, quello più affascinante e in molti casi conveniente è sicuramente il traghetto.

C’è un’ampia scelta di traghetti per Palermo gestiti da diverse compagnie di navigazione, con partenze da città italiane al nord, al centro e al sud, Sardegna compresa. Con il traghetto potete portare anche la vostra auto, grazie alla quale potrete esplorare i dintorni di Palermo in totale libertà.

Ma perché conviene viaggiare in traghetto e come si può risparmiare sul biglietto?

Seguite i nostri consigli e iniziate già da oggi ad organizzare la vostra vacanza da sogno in una città affascinante bagnata da un mare stupendo!

Dove prendere il traghetto per Palermo

Ecco di seguito i porti italiani collegati con traghetti di linea con Palermo.

Napoli

Napoli è il principale porto di riferimento per le traversate verso la Sicilia. Da qui tutti i giorni partono i traghetti delle compagnie Tirrenia, Grandi Navi Veloci e SNAV che raggiungono Palermo in circa 10 ore.

Salerno

Dal porto di Salerno partono giornalmente i traghetti della compagnia di navigazione Grimaldi Lines: anche il viaggio Salerno-Palermo dura 10 ore.

Genova

Per chi vuole partire dal nord Italia esiste la possibilità di prendere un traghetto per Palermo da Genova della compagnia Grandi Navi Veloci. La traversata dura circa 20 ore.

Altre partenze

Altre città da cui è possibile prendere un traghetto per Palermo sono:

  • Civitavecchia: da qui partono i traghetti della compagnia Grandi Navi Veloci, durata del viaggio 15 ore.
  • Livorno: traghetti della compagnia Grimaldi Lines, durata del viaggio 18 ore.
  • Cagliari: traghetti della compagnia Tirrenia (Moby Lines), durata del viaggio 12 ore.

I vantaggi di viaggiare in traghetto

Prenotare il traghetto per la Sicilia con largo anticipo è il modo migliore per trovare prezzi economici. Non aspettate l’ultimo minuto, soprattutto se viaggiate con l’auto nei mesi estivi: rischiate di trovare il tutto esaurito o pagare un prezzo elevatissimo.

Comodità e suggestione

Il mare è l’elemento imprescindibile, caratterizzante di un’isola: ecco perché raggiungere la Sicilia via mare è il modo migliore per entrare da subito in sintonia con le sue tradizioni e la sua personalità.

Viaggiare in traghetto verso Palermo è sicuramente affascinante, un viaggio lento che vi farà sognare di essere un grande viaggiatore dei secoli passati, senza però le scomodità di un tempo: i traghetti moderni sono dotati di numerosi servizi e comfort, tra cui comode cabine letto, bar e ristoranti, cinema e negozi.

Vero, è un viaggio molto più lungo rispetto all’aereo ma le ore di viaggio in traghetto sono più gradevoli: si parte di tardo pomeriggio o sera e la maggior parte del viaggio si svolge di notte, quindi si può comodamente dormire senza nemmeno rendersi conto che si sta viaggiando.

Di giorno si può uscire a prendere una boccata d’aria sul ponte, sgranchirsi le gambe o sedersi a prendere il sole. Le ore in traghetto sono piacevolmente pigre!

Auto al seguito

Il vantaggio principale del traghetto rispetto all’aereo consiste naturalmente nella possibilità di portare la propria auto: questo vi permetterà di andare alla scoperta di spiagge e paesini non raggiungibili con i mezzi pubblici, con la libertà di partire all’ora che preferite e facendo sosta ogni volta che lo desiderate.

Prezzo

Prenotando online con molto anticipo si possono scovare delle offerte davvero vantaggiose per cui confrontando il prezzo del traghetto con la somma dei biglietti aerei per tutti i componenti della famiglia o del gruppo che viaggia il traghetto risulta più conveniente.

Ricordate poi che portando con voi la vostra auto risparmiate i soldi del noleggio auto.

A chi è consigliato il traghetto

Raggiungere Palermo in traghetto anziché in aereo è particolarmente consigliato a:

  • famiglie con bambini: i bambini non amano l’aereo perché devono stare fermi per ore su un sedile scomodo. In traghetto possono muoversi, camminare, giocare (alcuni traghetti hanno anche un’apposita area gioco per bambini). Ricordate poi che i bambini molto piccoli soffrono di mal d’orecchi viaggiando in aereo.
  • gruppi: se siete un gruppo potrete risparmiare dividendo i soldi del passaggio auto. Il traghetto risulta quindi più conveniente dell’aereo.
  • persone che soffrono di claustrofobia o hanno paura di volare: la cabina dell’aereo è uno spazio angusto, con un corridoio stretto e sedili uno accanto all’altro che costringono le persone a una distanza molto ravvicinata. Se questo vi crea ansia o tensioni scegliete il traghetto, che con i suoi ampi spazi e la possibilità di uscire all’aperto vi permetterà di viaggiare più rilassati.