Linosa

Clima mite, mare limpidissimo, passeggiate nel verde: Linosa, incantevole isola di origine vulcanica, è la meta perfetta per staccare la spina.

Piccola e remota, l’isola di Linosa è un angolo di paradiso nel Mediterraneo. Grazie all’istituzione di riserve naturali che coprono gran parte del suo territorio e le acque circostanti è rimasta ancora un’isola incontaminata, dall’aspetto selvaggio.

Il mare limpidissimo si infrange contro ripide scogliere di colore scuro, che creano un suggestivo contrasto con il colore delle acque. L’unica vera spiaggia dell’isola è visitata ogni anno non solo dai turisti ma anche dalle tartarughe caretta caretta, che vengono qui a depositare le loro uova. I vulcani dell’isola non sono attivi da più di 2500 anni ma la loro forma conica e i loro crateri spenti sono ben evidenti. Distese di fichi d’India coprono intere vallate, che si possono ammirare dalla cima di dolci colline.

Con i suoi sentieri immersi nel verde e i suoi particolarissimi fondali questa piccola isola nell’arcipelago delle Pelagie farà la gioia degli appassionati di trekking e di sub ma è perfetta per chiunque abbia bisogno di una settimana di puro relax.

In soli 5 chilometri quadrati troverete tutto ciò che vi serve per essere felici, e non solo d’estate: Linosa gode di un clima mite che la rende ideale per una vacanza in ogni periodo dell’anno.

Cosa vedere a Linosa

Sull’isola di Linosa c’è un solo importante centro abitato, che si sviluppa a ridosso del porto. È un centro grazioso, con caratteristiche casette colorate dalla forma squadrata, alcuni negozi e ristoranti.

Non si viene a Linosa per musei e monumenti: le attrazioni dell’isola sono tutte naturali. La più fotografata è un gruppo di spuntoni di roccia che emergono dal mare, noti con il nome di Faraglioni di Linosa. Il colore scuro della roccia vulcanica crea uno scenografico contrasto con il blu del mare.

Tre sono le “vette” dell’isola: Monte Vulcano, Monte Rosso e Monte Nero. Sono montagne di nome più che di fatto: la più alta, il Monte Vulcano, non raggiunge nemmeno i 200 metri d’altezza e si può raggiungere a piedi percorrendo un sentiero facile, alla portata di tutti.

Si tratta di una piacevole passeggiata immersi nella tipica vegetazione mediterranea. Dalla sommità del monte potrete godere di una meravigliosa vista su tutta l’isola e magari, se siete fortunati, avvistare qualche rara specie di uccello.

Spiagge di Linosa

La spiaggia più famosa di Linosa, nonché l’unica spiaggia sabbiosa, è sicuramente Cala Pozzalana di Ponente, una spiaggia di sabbia scura alle pendici del monte Nero, incastonata tra alte pareti di roccia levigata che illuminate dal sole si colorano di suggestive tinte color ocra, ruggine o marrone.

È una spiaggia piccola, molto frequentata ma generalmente tranquilla, facilmente raggiungibile dal centro abitato di Linosa. La peculiarità di questa spiaggia è che proprio qui, e in nessun altro punto dell’isola, vengono a deporre le loro uova le tartarughe caretta caretta.

Con il nome di Piscine (anche al singolare Piscina Naturale) viene indicata una serie di pozze sul lato nord dell’isola formate da ammassi di roccia a ridosso del mare: vere e proprie piscine naturali dove è possibile fare il bagno in acque calme e sicure, godendosi lo spettacolo delle onde fragorose che si infrangono sulle pareti di roccia.

Altre spiagge da non perdere a Linosa sono spiaggia di contrada Mannarazza, Punta Calcarella, Punta Beppe Tuccio e Cala Pozzalana di Levante (da non confondersi con Cala Pozzalana di Ponente, sono due spiagge che si trovano su due versanti opposti dell’isola).

Il modo migliore per esplorare il litorale di Linosa alla ricerca delle spiagge più belle raggiungibili solo via mare è partecipare ad una delle numerose gite in barca organizzate dagli operatori turistici locali.

Immersioni a Linosa

L’isola di Linosa è molto nota tra gli appassionati di immersioni subacquee per i suoi fondali ricchissimi di flora e fauna marina, le suggestive grotte sottomarine e la presenza di alcuni relitti.

Uno dei punti più belli per un’immersione a Linosa, e probabilmente in tutto il Mediterraneo, è la Secchitella, un’ampia dorsale rocciosa sul lato sud-orientale dell’isola, divisa in due parti da un canyon: un lato digrada dolcemente, mentre l’altro sprofonda verticalmente fino a -65 metri. Si raggiunge in soli 15 minuti di navigazione.

Sull’isola di Linosa sono presenti alcuni centri diving dove potrete noleggiare l’attrezzatura necessaria e prenotare immersioni guidate da sub esperti.

Come raggiungere Linosa

Sull’isola di Linosa non è presente un aeroporto pertanto l’unico modo per raggiungerla è via mare. Il modo più semplice per arrivare è prendere un volo per la vicina isola di Lampedusa e da lì un aliscafo che in un’ora soltanto vi porterà a destinazione. Purtroppo però non sono molti i voli low cost disponibili per l’isola di Lampedusa.

Un’altra possibilità è prendere un traghetto o un aliscafo da Porto Empedocle, a pochi chilometri da Agrigento. La durata del viaggio in aliscafo è di tre ore.

Per spostarsi sull’isola è possibile noleggiare scooter e biciclette. Solo i residenti hanno il permesso di circolare in auto.

Dove dormire a Linosa

Se volete fare una vacanza a Linosa è molto importante prenotare con largo anticipo perché trovare un alloggio a Linosa, che sia economico o lussuoso, è piuttosto difficile.

Sull’isola ci sono pochi hotel e b&b; la scelta è maggiore se si opta per un appartamento o casa vacanza, ma anche in questo caso le disponibilità sono limitate.

Quasi tutte le strutture alberghiere si trovano in vicinanza del mare, per cui è possibile arrivare in spiaggia a piedi.

Mappa