Isola di Favignana

Perla delle Egadi, regina delle tonnare, Favignana è un'isola a forma di farfalla da girare in bici o in barca alla scoperta di paesaggi straordinari.

Favignana, la perla delle Egadi, è un’isola a forma di farfalla da esplorare in lungo e in largo alla ricerca di spiaggette e cale meravigliose, bagnate da un mare trasparentissimo che sfoggia infinite sfumature di blu.

Per fare il giro dell’isola molti turisti scelgono la bicicletta, un mezzo che, pure nella moderna versione elettrica, si presta perfettamente ad assaporare i ritmi lenti che ancora oggi scandiscono la vita degli isolani.

Un’escursione in barca è invece il modo migliore per scoprire grotte e insenature difficili o impossibili da raggiungere via terra.

Un tempo dedita alla pesca dei tonni, la più grande delle isole Egadi è oggi votata al turismo, ma non si è ancora lasciata piegare da compromessi che ne snaturerebbero la sua natura fiera e solare. Una particolarità dell’isola è la quasi totale assenza di automobili, elemento di grande fascino per i turisti a cui sembra di fare un viaggio indietro nel tempo.

Molti arrivano qui con una gita in giornata da Trapani o Palermo, ma se ne pentono amaramente: sono sufficienti un paio d’ore a Favignana per non voler più andar via.

Spiagge

La costa di Favignana è meno frastagliata rispetto a quello delle altre isole Egadi, consentendo l’accesso via terra a un gran numero di insenature, calette, baie e spiagge sabbiose o di ciottoli e scogli.

Ecco una lista delle più belle spiagge di Favignana:

  • Cala Rossa: è probabilmente la spiaggia più famosa dell’isola, immersa in uno scenario naturale davvero unico, tra acque dai colori spettacolari e pareti scavate nel tufo. Secondo la leggenda il nome di questa spiaggia si deve al sangue dei soldati punici sconfitti in battaglia dai romani che colorò di un rosso macabro le acque circostanti.
  • Cala Azzurra: splendida spiaggia sabbiosa dalle acque cristalline.
  • Cala Rotonda: piccola spiaggia di ciottoli circondata da scogliere; qui si può ammirare il famoso Arco di Ulisse, un arco di pietra modellato dalle acque e dalla salsedine.
  • Lido Burrone: di sabbia bianca, questa spiaggia nella zona opposta rispetto al porto è l’unico grande lido dell’isola nonché una delle poche spiagge attrezzate.

La lista in realtà potrebbe continuare a lungo, tante sono le spiagge di Favignana che rubano il cuore ai turisti: la vostra voglia di mare non resterà di certo insoddisfatta.

Dove fare immersioni e tuffi a Favignana

Se amate fare immersioni le spiagge e i punti consigliati a Favignana sono Cala Rotonda, la Galeotta, Punta Fanfalo, la Secca del Tonno e lo Scoglio Corrente. Le prime sono adatte anche a sub principianti, mentre le ultime due sono consigliate solo a sub esperti.

Per chi ama tuffarsi i luoghi consigliati sono Punta Fanfalo, Scalo Cavallo, Grotta Perciata, Bue Marino.

Cosa fare a Favignana

Il bello di una vacanza a Favignana è dimenticare la frenesia della vita moderna e riscoprire i ritmi lenti di una volta. Finché siete qui non cercate ossessivamente “qualcosa da fare”: andate con calma alla scoperta delle bellezze dell’isola.

Un buon inizio è una visita allo storico stabilmento Florio, noto anche come Tonnara di Favignana: questo gioiello di archeologia industriale vi farà scoprire di più sull’isola e sulla sua storia, fortemente legata alla pesca del tonno visto che per moltissimi anni questa è stata l’unica fonte di sostentamento dell’isola.

La tonnara Florio, sebbene chiusa da moltissimi anni, è ancora un simbolo dell’isola e si può visitare con un tour guidato durante il quale potrete vedere le imbarcazioni originali e le reti con cui il tonno veniva pescato e le scatole di latta in cui veniva confezionato. Ascolterete affascinanti storie e curiosi aneddoti che vi daranno un’idea di com’era vivere e lavorare su quest’isola nel passato.

Al suo fondatore, il ricco imprenditore della famiglia Florio, è dedicata una statua in una delle piazzette del borgo principale.

Un altro luogo simbolo di Favignana è il mercato del pesce che si tiene tutte le mattine al porto: colorato, vivace, animato, è assolutamente imperdibile.

L’unico modo per ammirare la quantità di insenature, cale e grotte dell’isola è fare un’escursione in barca, che vi permetterà anche di fare il bagno in punti particolarmente suggestivi, non raggiungibili dalla terraferma, come ad esempio la Grotta dei Sospiri.

Favignana in bicicletta

Il modo più divertente per esplorare Favignana è noleggiare una bicicletta. Certo, un giro dell’isola in bicicletta è più faticoso che in barca, ma l’isola è perlopiù pianeggiante e il percorso non presenta particolari difficoltà.

Se pensate di non farcela potete optare per una e-bike: è più costosa ma nel prezzo è compresa la pedalata assistita! Un giro dell’isola in e-bike è un’esperienza adatta anche a famiglie con bambini.

Un percorso consigliato in bicicletta è quello che da nord est vi porta fino al centro sud dell’isola passando per alcune delle spiagge più note dell’isola ovvero Cala Rossa, Cala Azzurra, Lido Burrone, Cala Monaci e Marasolo.

Il ritmo lento della pedalata è il migliore per entrare in contatto con la realtà della vita isolana e godere appieno del suo fascino; inoltre potrete scoprire angoli e scorci nascosti, fermandovi a scattare foto ogni volta che qualcosa di straordinario catturerà la vostra attenzione.

Un consiglio

Sono molti i noleggiatori di biciclette al molo di Favignana: li troverete già appena arrivati al porto, ma spostandovi di pochi metri eviterete code e magari spunterete anche un prezzo migliore. Oppure potete scegliere semplicemente quello che vi sta più simpatico!

La tradizione gastronomica di Favignana

Favignana è un vero paradiso gastronomico e deve assolutamente essere visitata da tutti gli amanti della buona cucina.

A farla da padrone in tavola non può che essere il tonno: provate le deliziose polpettine, la parmigiana di tonno, gli spaghetti di bottarga o il tonno in agrodolce.

Un’altra squisitezza di mare locale è l’aragosta delle Egadi, un piatto che però in molti casi va prenotato con anticipo; se non fate in tempo potete sempre assaggiare altri gustosi piatto tipici della zona come gli spaghetti ai ricci di mare o le frascatole, una versione siciliana del cous cous.

Arrivati al dolce, avrete l’imbarazzo della scelta di freschissimi dessert creati con la ricotta: provate le cassatelle ripiene di ricotta e scaglie di cioccolato.

Come raggiungere Favignana da Palermo

Per raggiungere l’isola di Favignana da Palermo dovrete prima arrivare a Trapani, in automobile o autobus, e da lì prendere un traghetto o un aliscafo.

La durata della traversata in mare varia a seconda del mezzo scelto da mezz’ora a un’ora e mezza. Traghetti e aliscafi per Favignana da Trapani sono piuttosto frequenti ed è quindi possibile visitare l’isola in giornata.

Favignana è collegata via nave anche a Napoli, Ustica e Marsala.

Mappa