Miami

Guida di viaggio su Miami: i luoghi di interesse, le attività da non perdere, i consigli sulle migliori zone dove dormire, i locali e le zone dove uscire la sera.

Affacciata sulla Baia di Biscayne, Miami, meravigliosa città del sud della Florida, è una delle mete turistiche più famose al mondo.
Chilometri e chilometri di spiagge bianchissime si alternano a quartieri dove imperano lusso e shopping.

Nonostante l’aria patinata e glamour, Miami è anche arte, storia e architettura. Dalle spiagge infinite ai quartieri Art Deco, dai locali alla moda ai quartieri enclave di comunità sudamericane, potete star certi che a Miami non ci si annoia mai. Città tra le più trendy degli Stati Uniti, perfetta per chi apprezza gli eventi mondani, il design e l’arte contemporanea, oltre alle vacanze al mare esclusive.

Miami, città in cui convivono numerose etnie diverse, in particolare quelle latino-americana e caraibica di lingua spagnola e creola, ha fatto spesso da scenografia al cinema e alle serie televisive di successi, basti pensare a Scarface con Al Pacino e a Miami Vice.

Il volo dall’Italia per Miami dura circa 11 ore e mezza. Il fuso orario di Miami è 6 ore indietro rispetto all’Italia.Quando a Miami vige l’ora legale e in Italia ancora no, le ore di differenza sono 5. Il Dollaro statunitense (USD) è la valuta ufficiale degli Stati Uniti d’America.

Cosa vedere a Miami

Art Deco District

L’Art Deco District è una porzione di South Beach con la più alta concentrazione di edifici in stile art decò al mondo. Comprende sia edifici risalenti al primo trentennio del ‘900 sia edifici risalenti agli anni ’50, in stile Miami Modern. Intorno agli anni trenta Miami scoprì la sua vocazione turistica e la città subì una consistente espansione, che durò fino al periodo della Seconda Guerra Mondiale.

I nuovi edifici, soprattutto alberghi, caratterizzati da forme squadrate o tondeggianti e decorati con brillanti colori pastello e bellissimi e stucchi, furono costruiti in questo stile per invogliare i turisti a tornare. Dalle classiche ed elaborate forme del Revival Mediterraneo alle linee semplici dello Streamline Art Deco, fino a prospettive nautiche e tropicali, gli edifici dell’Art Deco District creano un’immagine unica e un’atmosfera raffinata.

I migliori edifici sono concentrati lungo due vie: Ocean Drive e Collins Avenue, che sono anche le strade dove si trovano i migliori negozi per fare shopping. Su Ocean Drive ci sono il Park Central Hotel con la sua caratteristica colorazione sui toni del blu, Villa Casa Casuarina acquistata da Gianni Versace e oggi hotel di lusso, il Tides Hotel, The Leslie e il Carlyle Hotel. Su Collins Avenue i più interessanti palazzi sono l’Ex Hoffman’s Cafeteria, il Loews Hotel, il St. Moritz Hotel e l’Essex House.

Wynwood Art District

Wynwood è il più grande street artist museum, ovvero una delle più grandi e delle più colorate collezioni di graffiti di strada in tutto il mondo. Abitato in passato prevalentemente da portoricani, la zona era un’area industriale piena di magazzini e poco raccomandabile. A metà degli anni 2000 l’associazione Primary Flight decise di creare in quest’area un open air museum, invitando artisti di strada provenienti da tutto il mondo a decorare i muri delle warehouse con le loro opere.

Oggi Wynwood è il quartiere artistico di Miami, ricco di murales enormi, oltre 70 gallerie d’arte aperte fino a tardi, locali alla moda e bar dove si può trascorrere la serata fra un drink e una visita a qualche mostra temporanea.

Little Havana

Situato ad Ovest di Downtown, Little Havana (La Pequeña Habana) è il quartiere di Miami che ospita la più grande comunità cubana e latina al mondo, che cominciò ad emigrare e a stabilirsi qui negli anni ‘50. Diversi monumenti commemorativi sulla storia di Cuba teatri, ristoranti, parchi e i colorati murales raffiguranti alcune celebrità latine come Celia Cruz e Tito Puente rendono il cuore latino di Miami un luogo di grande interesse culturale.

Il cuore pulsante del quartiere è Calle Ocho. Da vedere qui ci sono il Cuban Memorial Plaza con un busto di Jose Marti, il monumento commemorativo dell’invasione della Baia dei Porci, alcune statue della Vergine Maria, una mappa di Cuba lunga quattro metri, un busto di Antonio Maceo e alcuni piccoli monumenti commemorativi della Guerra d’Indipendenza cubana.

Il Walkway of the Stars celebra alcuni tra le più importanti personalità latinoamericane, come Cecilia Cruz, Willy Cirino, Maria Conchita Alonso e Gloria Estefan. Il Tower Theater, riconoscibile dalla facciata in stile Art Deco, è uno dei più antichi di Miami. Tappa obbligata per tutti gli amanti dei veri sigari cubani, la fabbrica di sigari interamente lavorati a mano.

Villa Vizcaya

Costruita agli inizi del ‘900, per volere dell’industriale James Deering, appassionato di cultura ed arte europea la Villa Vizcaya è una villa-museo in stile europeo, che permette di ritrovare a Miami un pezzo del Vecchio Continente. In molti angoli rievoca l’architettura italiana con giardini, fontane zampillanti e ponticelli in stile veneziano e una riproduzione della Barcaccia romana di Piazza di Spagna.

Gli interni sono curati ed attenti alle nuove tecnologie con ascensori, elettrodomestici e 30 telefoni fissi, in un’epoca in cui tutta Miami ne contava appena 60.

Bayfront Park

Inaugurato nel 1925, il Bayfront Park è il parco urbano di downtown, ricco di attrazioni per tutti gusti. All’interno del parco si possono trovare ristoranti e locali aperti ad ogni ora del giorno, la soluzione ideale per chi vuole divertirsi in città. Nel parco è possibile riposare sui grandi prati verdi, fare una partita a frisbee o a calcio, noleggiare una bici o partecipare a un corso di yoga.

Nel Bayfront Park si trovano il Bayfront Park Amphitheater, con una capacità di 10.000 persone, ed il Tina Hills Pavilion, con una capienza di 1.000 persone, usati per svariati eventi.

Il parco ospita anche i festeggiamenti ufficiali per il nuovo anno, che richiama ogni anno più di 70.000 visitatori ed è il punto di partenza per escursioni in barca sulla Baia di Biscayne.

Coral Castle

Coral Castle è un castello di pietra del peso di ben 1.100 tonnellate, costruito interamente da rocce di corallo tramite strumenti fatti in casa dallo scultore lettone Edward Leedskalnin, che impiegò ben 28 anni della sua vita, dal 1923 fino alla sua morte nel 1951 in questa impresa incredibile. La storia vuole che, Leedskalnin, all’età di 26 anni, fu lasciato dalla fidanzata sedicenne Agnes Scuff il giorno prima delle nozze. Per la delusione, il giovane avrebbe maturato l’idea di costruire uno strabiliante castello per fare colpo sull’amata.

Leedskalnin mantenne uno stretto riserbo sul suo lavoro e sulle tecniche utilizzate per la messa in posa dei blocchi, il più grande dei quali arriva a pesare 30 tonnellate, costruendo il maniero di notte e portandosi il segreto nella tomba. Tutta la struttura è realizzata in blocchi di pietra di grandi dimensioni uniti senza fare uso di malte.

La segretezza, gli accenni dello scultore alla conoscenza dei segreti costruttivi delle piramidi, l’aggiunta di brevi scritti sull’elettromagnetismo sono gli elementi che hanno alimentato nel tempo ipotesi fantasiose sui metodi di costruzione. L’aura di mistero e la storia di Agnes hanno contribuito a rendere Coral Castle una popolare attrazione turistica.

Lummus Park

Proprio di fronte ad Ocean Drive, nella zona di South Beach, sorge il Lummus Park, un bellissimo parco, ideale dove fare sport, portare a passeggio i cani e concedersi una camminata ammirando il mare. Affacciato direttamente sul mare, il parco si caratterizza per le lunghe palme, le spiagge bianchissime e i sentieri lastricati, ideali per passeggiare o correre.

La Promenade, un sentiero pedonale, separa il prato dalla spiaggia ed è pavimentato con piastrelle colorate, perché si ispira alla passeggiata sull’oceano della spiaggia di Copacabana vicino a Rio de Janeiro, disegnata dall’architetto paesaggista brasiliano Roberto Burle Marx.

Usato spesso per servizi fotografici, Lummus Park è stato il set di numerose scene della serie televisiva Miami Vice. Il parco è iscritto nel registro nazionale dei luoghi storici e l’ingresso è gratuito.

Freedom Tower

Costruita nel 1925, in stile Mediterranean Revival da Schultze e Weaver, come sede del quotidiano The Miami News, la Freedom Tower ricorda la Giralda di Siviglia, è sovrastata da una cupola di 78 metri ed è conosciuta anche come la Ellis Island del Sud. Oggi ospita il Museum of Art and Design, ma la storia della torre è legata ai rifugiati cubani.

Con il trasloco della redazione e della tipografia del giornale nel 1957, negli anni ’60la Torre divenne il centro di smistamento e di prima accoglienza dei rifugiati cubani. È in quel periodo che Freedom Tower conquista il suo nome.

Acquistata da Jorge Mas Canosa, cubano di nascita, che la restaurò e la convertì in una specie di “monumento ai rifugiati”, in quel periodo la Torre ospitò una biblioteca e un museo dedicati a Cuba e ai suoi esiliati.

Comprata nel 2004 da un immobiliarista per farne un condominio, il destino della Torre venne salvato grazie agli abitanti di Miami che si opposero a questa decisione, ottenendo che la Torre fosse donata al Miami Dade College.

Liberty City

Il quartiere di Model City, conosciuto più comunemente con il nome di Liberty City, si trova a nord ovest di downtown, ed è noto per la terribile rivolta del 1980, nata dalle tensioni createsi in seguito alla promulgazione delle leggi a favore dei diritti civili delle persone di colore.

Negli anni ’40 e ’50, Liberty City divenne il centro della lotta contro la segregazione razziale, negli anni ’60 e ’70 aumentarono le tensioni dopo la promulgazione delle leggi per salvaguardare i diritti civili delle persone di colore, fino alla rivolta del 1980. Oggi il quartiere è il luogo ideale per chi vuole saperne di più sulla lotta per i diritti civili delle persone di colore.

Tra le tante cose da vedere da queste parti, imperdibile la zona ricca di murales e il Il Muro, una struttura costruita nel 1930 per separare la “Miami bianca” dalla “Miami nera”. Questo simbolo di degrado e discriminazione venne abbattuto negli anni ’50 e oggi ne rimane in piedi solo una piccola parte, quella che separa Northwest 12th Avenue da Northwest 12th Parkway.

Zoo di Miami

Fondato nel 1948 sull’isola di Key Biscayne, lo zoo di Miami, con i suoi oltre 30 mila quadrati di superficie, è il parco zoologico più grande e più antico della Florida e l’unico sub tropicale degli Stati Uniti. Lo zoo ospita più di 3.000 animali di 500 specie diverse, di cui 40 sono a rischio estinzione, e oltre 1.000 differenti tipi di alberi, palme e altre piante.

Coinvolto in più di 36 progetti che si svolgono in tutti i continenti, il cui obiettivo è la salvaguardia della flora e della fauna selvatiche, lo zoo ospita moltissime attrazioni. Tra le più importanti c’è l’area riservata ai bambini e alle loro famiglie che hanno la possibilità di dare da mangiare, coccolare e spazzolare animali da cortile.

Alla Samburu Giraffe feeding station è possibile camminare lungo una piattaforma che ha un’altezza tale da riuscire ad incontrare da vicino la propria giraffa preferita mentre nell’Amazon and Beyond i visitatori possono vivere l’esperienza della foresta del centro America.

Cosa fare a Miami

Un giro sul Trolley Bus

Il Trolley è un percorso turistico molto conosciuto, ma assolutamente imperdibile, sia perché è gratuito sia perché rappresenta un ottimo modo per esplorare e farsi una prima idea di Miami.

La linea attraversa località come Biscayne, Brickell e Overtown e altre zone imperdibili della città.

Prendere il sole a South Beach

Le spiagge di Miami Beach sono un vero paradiso per gli amanti della vita da spiaggia, con tantissime attività che assicurano divertimento tutto il giorno. I cinque chilometri di spiaggia a South Beach costituiscono la zona più affollata, anche se la spiaggia fra la 3rd Street e Ocean Drive è una delle più tranquille.

L’insenatura tra Biscayne Bay e l’Oceano Atlantico è diventata una delle spiagge più popolari al mondo e una delle scenografie più utilizzate dal cinema americano. L’unica cosa che separa la metropoli dal mare turchese è una striscia di sabbia bianca e sottile. Prendere il sole su questa splendida spiaggia con alle spalle gli enormi grattacieli è una delle cose da fare una volta nella vita.

Fare shopping

A Miami c’è soltanto l’imbarazzo della scelta in quanto a negozi, ma una delle zone migliori per fare shopping è quella di Flagler Street, situata nel Central Business District. Qui gli appassionati di shopping potranno scegliere tra Macy’s e le oltre 280 gioiellerie del Seybold Building, che contribuiscono a formare quello che è conosciuto come il Downtown Jewelry District.

Un’altra zona ideale dove fare shopping è il CocoWalk, un grande centro commerciale aperto nel 1990 e realizzato in stile messicano su più livelli, con fontane zampillanti e terrazze panoramiche affacciate sull’oceano.

Safari in barca all’Everglades National Park

L’Everglades National Park si trova a 45 minuti dal centro di Miami ed è un meraviglioso parco tropicale.

Si tratta di un luogo unico per vedere coccodrilli, paludi ed ecosistemi delicatissimi da esplorare a bordo di uno degli indimenticabili safari in barca.

Imparare a sparare al Lock & Load Miami

Non è una cosa per tutti, ma se volete imparare a sparare, il Lock & Load Miami è probabilmente uno degli ambienti più sicuri e controllati in cui poterlo fare.

L’ambiente è confortevole e professionale e sono ben 25 diverse armi da fuoco da provare.

Miami Card

La tessera Go Miami Card fornisce l’ingresso gratuito in circa 30 attrazioni turistiche e nei musei di Miami. Oltre all’ingresso gratuito, la tessera consente di evitare le code in molte attrazioni e di ottenere sconti in vari punti d’interesse.

Con questa tessera è possibile visitare, tra le altre cose, il Miami Seaquarium, scoprire il Vizcaya Museum and Gardens, trascorrere un giorno divertente nella Jungle Island o partecipare ad un tour alla scoperta di South Beach e delle case delle star, a bordo di un autobus a forma di barca, partecipare al tour a piedi dei palazzi Art Deco, la visita allo Zoo di Miami.

La tessera garantisce anche una serie extra di sconti per ristoranti e negozi.

La durata del pass è variabile: sono disponibili Go Miami Card da 1, 2, 3 o 5 giorni. Qualsiasi sia la durata del pass, è possibile usarlo per due settimane a partire dal primo utilizzo. Il pass scade entro un anno dall’acquisto.

Insieme al pass viene consegnata una guida con le informazioni sugli orari delle aperture e una mappa per orientarsi in città.

Esistono tre ulteriori tessere per esplorare Miami. La Miami & Keys Explorer Pass permette di scegliere fra 3, 4 o 5 attrazioni su un insieme di 25 attività a prezzo ribassato. Non più quindi una scelta in base ai giorni, bensì legata al numero di attrazioni che si vogliono visitare.

Con la Build Your Own Miami attraction pass si scelgono 2 o più attrazioni, fra oltre 40 disponibili, e si risparmia il 20% sul prezzo d’ingresso. Il pass è valido 30 giorni dal momento della sua attivazione.

Il Miami Party Pass farà la felicità dei festaioli visto che questa tessera spalanca le porte dei locali più esclusivi della Downtown di Miami per un numero di serate consecutive da 1 a 4. Permette di accedere ai locali senza far code e di scegliere la serata più adatta.

Dove dormire a Miami

Ricca di alberghi di ogni tipo, Miami offre diverse soluzioni di alloggio, dalle più economiche, come ostelli e bed&breakfast, alle più lussuose, con hotel dotati di ogni comfort e con vista panoramica, boutique hotel nello stile art dèco, lussuose residenze e resort sulla spiaggia. Cinque sono le zone dove è possibile soggiornare:

Miami Beach

Tipica atmosfera balneare, lussureggiante vegetazione tropicale, sconfinata distesa di sabbia, atmosfera rilassata, lungomare affollato di turisti che passeggiano e di sportivi che fanno jogging o corrono sui pattini a rotelle, Miami Beach è la faccia più nota di Miami e, per quanto riguarda le sistemazioni, offre diverse alternative in termini di tariffe e categorie, anche se i prezzi sono comunque più alti, giustificati dalla notorietà dell’area. Lungo Collins Avenue ci sono numerose discoteche, dance club, bar e ristoranti sulla spiaggia, dove fermarsi a cenare o sorseggiare un cocktail al tramonto

Sulla Lincoln Road, la bella passeggiata dove si possono facilmente incontrare vip e celebrità, si trovano edifici storici famosissimi, come il famosissimo Fontainebleau, l’hotel più spettacolare di Miami, aperto dagli anni ’50. Qui si possono trovare i migliori boutique hotel, insieme a boutique di lusso e ristoranti.

La zona più a nord della 46th Street, è North Beach, quasi un quartiere a sé per l’atmosfera tranquilla e le spiagge ideali per famiglie con bambini.

South Beach

Considerato il quartiere più bello e vivace della città e per questo molto ricercato tra i turisti, South Beach comprende gli ultimi cinque chilometri di Miami Beach, a sud della 23rd Street, ed è spesso immortalato in numerosi film hollywoodiani. South Beach è l’immagine simbolo di Miami nel mondo, con la sua bianchissima spiaggia, parallela alla mitica Ocean Drive.

Ribattezzata la Las Vegas della Florida, South Beach ospita hotel art dèco, accanto a negozi, ristoranti e locali notturni. Perfetta per gli amanti della vita notturna, questa zona pullula di locali, ristoranti, bar e fast food, alcuni dei quali restano sempre aperti. Qui si trova il suggestivo Deco District, con le pittoresche facciate variopinte in stile tropical-africano degli edifici che ospitano hotel dal design ricercato, musei, negozi e ristoranti.

Miami Downtown

Questo è un quartiere perfetto per chi non ama la vita da spiaggia o chi si trova a Miami per motivi di lavoro (il centro finanziario della città si trova soprattutto lungo Brickell Avenue). Miami Downtown è una zona molto vivace e ricca di stimoli, piena di musei, parchi, palazzi, ristoranti, spazi all’aperto e per eventi sportivi, come la American Airlines Arena, dove gioca la squadra di basket dei Miami Heat. Edifici centenari sorgono accanto a complessi contemporanei e costruzioni futuristiche.

In alcuni hotel il prezzo della camera cambia a seconda della vista, per godere di quella panoramica sulla costa spesso viene applicato un sovraprezzo. In questa zona è possibile trovare anche ostelli e piccoli hotel economici.

Questa zona è ben collegata a Miami Beach e all’aeroporto, raggiungibile in 15 minuti.

Ottima base per partire alla scoperta di altri quartieri della città, South Beach non è di certo economica, ma qui ci sono alcuni degli hotel più alla moda di tutti gli Stati Uniti. Se siete alla ricerca di relax, invece, meglio evitare questa zona.

Sunny Isles

È la zona di lusso per eccellenza, dove si trovano bellissime case vacanza, ville sul mare e spiagge private con palme. La zona è ricca di resort e condo-hotel, ovvero hotel con stanze e appartamenti, vista mare che forniscono servizi superiori a quelli della stessa South Beach.

Non c’è molta vita notturna ed è una delle soluzioni preferite dalle coppie in luna di miele e da chi cerca tranquillità e relax in totale comfort. Ci sono anche appartamenti e residence adatti a famiglie e gruppi.

Chi decide di soggiornare qui deve soltanto ricordare che questa zona dista circa 40 minuti da South Beach e Downtown Miami.

Coral Gables e Coconut Grove

Questi due quartieri si trovano sud di Downtown Miami, sono entrambi in una posizione strategica per chi vuole risparmiare e alloggiare in una posizione funzionale, non troppo distante dall’aeroporto e dal centro.

Sono caratterizzati da atmosfere diverse. Coral Gables, caratterizzato da boutique di lusso, ristoranti raffinati e shopping, è un quartiere elegante, formato da villette immerse nella vegetazione tropicale che si affacciano su tranquilli viali. Coconut Grove è il quartiere universitario, ha l’aspetto di un piccolo villaggio bohémien e un’atmosfera dinamica con mercatini, festival e passeggiate lungo il porticciolo.

Vita notturna

A Miami si vive di notte e non soltanto nel weekend. La vita notturna della località più famosa della Florida è parte integrante della città stessa. Chi ama ballare fino all’alba ha soltanto l’imbarazzo della scelta. Spesso il divertimento continua tutta la notte compresa la mattina successiva senza soluzione di continuità fino al momento del brunch.

Per iniziare la serata

A Miami ci sono locali perfetti per cominciare la serata prima di scatenarsi in discoteca tutta la notte o per trascorrere una serata alternativa. Tra i tanti, si possono provare il Baoli Miami, dove si balla sui tavoli oppure il Brick House, con un happy hour seguito dal dj Tom Laroc e da un mix di musica che spazia dall’hindie all’hip hop alla musica anni ’80.

Il Rec Room ospita uno street-style mixato con la musica dei dj locali, mentre The Forge, con l’happy hour è uno dei luoghi migliori per iniziare il weekend e il Radio Bar è frequentato anche da atleti famosi che amano canzoni alternative hip hop.

Club e discoteche

La discoteca più famosa di Miami è probabilmente il Liv, ubicata all’interno dell’hotel Fontainebleau, al 4441 di Collins Avenue, perché si distingue nella nightlife più raffinata di Miami ed è la meta prescelta dalle celebrità della città alla ricerca di un trattamento ultra-vip. Altre due ottime discoteche sono Story, nella zona sud di South Beach e Icon, all’incrocio fra Washington Avenue e la 13ª Strada, uno dei locali che mai passa di moda con un musica house internazionale, tra contorsionisti e cubiste seminude.

Nel colorato Wynwood Arts District, Gramps è un locale gay-friendly ottimo per gustare fantastici cocktail e ascoltare musica che spazia dal rock all’Edm.

Per entrare nel vivo della nightlife experience altri locali da provare sono il gigantesco Space Club, Electric Pickle, il Set tra cubiste e neon fosforescenti, The Corner e Heart Nightclub a Downtwn e l’E11even, nightclub aperto 24 ore su 24.

A South Beach vale la pena fare un salto anche al Twist , noto come uno dei migliori club gay di da molti anni e Nikki Beach, uno dei club più famosi del mondo.

Party sulla spiaggia e in piscina

A Miami le feste cominciano di giorno e continuano durante la notte o viceversa. Molto amati sono i party in spiaggia o in piscina. Tra i locali più noti che organizzano eventi di questo genere ci sono il Dragon Lounge at Katsuya, perfetto per iniziare la tua serata con aperitivo e cocktail.

Il sabato in tarda mattinata ci si ritrova invece all’ Hyde Beach’s Swim Club, dove modelle in bikini e uomini palestrati fanno festa.

La domenica il brunch è al Seasalt and Pepper, proprio sul Miami River, ideale per fare anche un giro in yacht oppure al RHouse con il “Miss Ultimate Miami Drag Queen 2017” e le esibizioni di alcune delle dive più talentuose di Miami. L’ultima domenica di ogni mese, l’appuntamento del pomeirggio è al Dream Hotel, con dj, pistole ad acqua e beer pong.

Il Mokai Lounge è invece perfetto per una serata trasgressiva sulla spiaggia tra modelle, alcol e spettacoli di ballerine.

Rooftop

Area 31 è il RoofTop più esclusivo della città con vista spettacolare sulla baia di Biscayne, mentre il Brickell Key si trova nella lussuosa struttura dell’Epic hotel.

Il Fifty Lounge è arroccato al 50° piano dell’hotel Viceroy e si affaccia sulla baia di Biscayne con un’atmosfera esclusiva per gli amanti della nightlife più raffinata.

Musica dal vivo

Il Bardot offre musica dal vivo, dal jazz al blues ai mix con la musica latina.

Lo Sloppy Joe’s Bar è uno storico saloon di Key West frequentato da Ernest Hemingway. In questo bar dall’atmosfera informale si ascolta musica dal vivo, dal bluegrass al rock.

Cabaret e musica latina

Per gli amanti del cabaret il Mango’s Tropical Café è il posto giusto. Al 900 di Ocean Drive, lo spettacolo è composto da ballerini con copricapo piumato e gonne variopinte in stile flamenco. C’è anche un ottimo ristorante con piatti tipici da gustare al ritmo di musica reggae, danze latine, salsa ed espressioni pop.

Ottime alternative sono il Ball & Chain con serata a tema cubano tutti i sabato sera e il Wall, per una festa in stile brasiliano per i giovani e per i più scatenati.

Mappa