Ischia

La più grande delle isole Flegree (le altre due sono Procida e Vivara) posizionate a nord del Golfo di Napoli è un connubio di paesaggi aspri e lussureggianti, di vapori, sorgenti termali e fumarole, n luogo ideale per rigenerare il corpo e la mente fin dall’antichità: Ischia, la più grande e la più sviluppata isola del Golfo, brulica di centri termali pieni di giardini rigogliosi e antiche rovine.

Gli alberghi termali sorgono accanto a necropoli ancora sepolte, le colline sono punteggiate da eremi e dietro ai giardini di gelsomini profumati si celano antiche ville restaurate.

I centri principali si trovano sul versante settentrionale dell’isola: Ischia Porto, Iscia Ponte, Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno. Sulla più tranquilla costa meridionale, Sant’Angelo è un’oasi di pace chiusa alle automobili, un luogo beato fatto di anguste stradine tortuose, un minuscolo porticciolo, gatti che poltriscono al sole e belle spiagge.

Cosa vedere a Ischia

Castello Aragonese

Arroccato su un isolotto roccioso, il possente Castello Aragonese venne costruito nel XV secolo. Nel 474 a.C. il tiranno siracusano Gerone I costruì il primo nucleo fortificato del sito, ma il grosso della struttura risale al 1400, quando il re Alfonso d’Aragona apportò notevoli modifiche alla vecchia fortezza angioina costruendo i bastioni fortificati, l’attuale strada rialzata e la rampa d’accesso tagliata nella roccia.

La visita comincia dal Museo delle Armi, con la sua piccola ma interessante collezione di strumenti di tortura, cinture di castità e armi da taglio e da fuoco medievali italiane e tedesche. Il complesso del castello ospita anche le rovine arese dal sole della trecentesca Cattedrale dell’Assunta.

Chiesa di Santa Maria del Soccorso a Foro

All’estremità occidentale della città si staglia, arroccata sul mare, la Chiesa di Santa Maria del Soccorso, che in origine faceva parte di un monastero agostiniano del 1300.

La cappella laterale e la cupola furono aggiunte rispettivamente nel 1791 e nel 1854 e la seconda venne ricostruita dopo il terremoto del 1883.

La scenografica scalinata semicircolare che adorna la facciata è rivestita di maioliche del Settecento. Da qui si gode un superbo panorama.

Borgo di Sant’Angelo

Il piccolo borgo di Sant’Angelo, la località più esclusiva dell’isola, proietta i visitatori in un mondo molto diverso rispetto alla costa settentrionale di Ischia. Il borgo è una piccola Capri, addossata alla collina di una minuscola penisola, con vicoli tranquilli e stradine piene di negozi, gallerie e pasticcerie che scendono fino a Piazzetta Ottorino Troia, il punto di ritrovo per un aperitivo o un concerto estivo.

Di fronte spunta lo scoglio collegato all’isola da una sottile lingua di sabbia, dove i bagnanti prendono il sole tra le barche dei pescatori.

Area Archeologica di Santa Restituta

Gli scavi effettuati fra il 1951 e il 1974 riportarono alla luce resti di una fornace greca, di un tempio romano e di una strada, oltre ad anfore funerarie del IV secolo e a una basilica paleocristiana. Sul sito è allestita un’esposizione di altri reperti antichi, tra cui bracciali romani, offerte votive e una stufa di 3300 anni fa proveniente da Procida.

La mostra situata al pianterreno ospita invece raccolte più recenti: una serie di figurine di pastori del XVII secolo, ceramiche policrome del XVIII secolo, abiti religiosi e una statua settecentesca di Santa Restituta usata ancora oggi per la processione nel Golfo di San Montano.

Museo Archeologico di Pithecusae

Allestito nelle sale dell’elegante Villa Arbusto, ex residenza di Angelo Rizzoli, che domina il Monte Vico, dove sorgevano l’antico insediamento e l’acropoli di Pithecusae, il Museo Archeologico di Pithecusae espone una raccolta di reperti rinvenuti sul sito ellenico, tra cui terrecotte importate ed elementi provenienti dalla stessa acropoli.

Ancora più antichi sono i frammenti di ceramiche micenee e di vasi dell’età del bronzo rinvenuti a Casamicciola. I pezzi della collezione illustrano lo sviluppo di Ischia dall’età neolitica all’epoca romana: tra questi spicca la leggendaria Coppa di Nestore del VII secolo, descritta nell’Iliade.

Museo Angelo Rizzoli

Il Museo Angelo Rizzoli è dedicato all’uomo che, negli anni ’50, trasformò la piccola, umile cittadina di Lacco, in una vetrina del jet set internazionale. Le camere che un tempo ospitarono Grace Kelly e Fellini oggi sono tappezzate di foto di paparazzi e ritagli di giornale che rievocano quell’epoca d’oro fatta di feste e mondanità.

La villa è immersa in splendidi giardini pieni di limoni, dove è stato attrezzato un parco giochi per bambini e da cui si gode una fantastica vista sui Campi Flegrei.

Giardini di Villa La Mortella

Questi giardini sono il posto perfetto per gli amanti degli orti botanici. Progettata da Russell Page, quest’oasi di verde s’ispira ai giardini moreschi dell’Alhambra di Granada, in Spagna ed è uno dei parchi più belli d’Italia.

Qui crescono rigogliose oltre mille piante rare ed esotiche provenienti da tutto il mondo, dai profumati fiori di loto alle rare ninfee giganti amazzoniche.

Questo giardino delle meraviglie fu voluto dal compositore inglese Sir William Walto e dalla moglie argentina, Susana, che si stabilirono definitivamente qui nel 1949.

In primavera e in autunno il parco ospita concerti di musica classica.

Villa La Colombaia

A dieci minuti a piedi da Villa La Mortella si raggiunge la villa neorinascimentale La Colombaia, residenza estiva di Luchino Visconti.

La villa è oggi sede di una fondazione che promuove attività di formazione nelle arti e nello spettacolo e promuove progetti culturali. All’interno è allestito un museo dedicato al grande regista, con i costumi di scena, elementi dei set, bozzetti, foto e sceneggiature.

La villa ospita anche l’Ischia Film Location Festival.

Giardini Poseidon

A sud di Forio, gli amanti delle spa troveranno i Giardini Poseidon, un vasto parco balneo-termale che offre un grande varietà di trattamenti e di servizi, tra cui sauna, idromassaggio e piscine di acque termali curative.

C’è anche una spiaggia sottostante per chi ama maggiore tranquillità.

Monte Epomeo

Dal paese di Fontana parte una passeggiata di circa 2,5 chilometri, che si percorrono in 50 minuti, che sale in cima al Monte Epomeo, alto 788 metri, un rilievo formatosi in seguito ad un’eruzione sottomarina.

Vicino alla sommità sorge una chiesetta del 1400, la Cappella di San Nicola di Bari. L’eremo adiacente risale al 1700 e venne costruita da un governatore dell’isola che, sfuggito per miracolo alla morte, decise di lasciare la politica e di vivere in povertà e solitudine.

Trekking sull’isola verde

Chi non ama il mare e le terme può scegliere diverse escursioni per fare trekking e scoprire l’entroterra.

Molto bella è la passeggiata nel Bosco della Maddalena.

Per chi ama i panorami l’ideale è il sentiero Buttavento, lungo la costa Sparaina.

Splendido infine  anche il percorso nel bosco dei Frassitelli che culmina con un belvedere sul mare di Forio.

Parchi termali

Terme di Cavascura

Le Terme di Cavascura si trovano sul fondo di una gola rocciosa, racchiuse tra scoscese pareti di tufo, sono le spa più antiche di Ischia e risalgono all’epoca romana.

Le sorgenti sono rimaste allo stato naturale, con grotte, cascatelle tra le rocce e rivoletti termali. Ai bagni termali è possibile aggiungere altri trattamenti, come fanghi, manicure e massaggi. Le acque solforose sono note per le loro proprietà terapeutiche nei casi di problemi reumatici, bronchiali e patologie della pelle.

Parco Termale Aphrodite Apollon

Un sentiero di due chilometri unisce Sant’Angelo a Cavascura, passando dal Parco Termale Aphrodite Apollon: è un percorso molto scenografico anche se un po’ faticoso.

Oltre l’entrata coperta di edera di questo lussuoso stabilimento termale si estende un complesso di palestre, saune, giardini e terrazze e 12 piscine con diverse temperature. In questo parco è possibile scegliere tra trattamenti per il viso a base di vino, docce di fango leviganti e kinesiterapie personalizzate.

Negombo

Negombo è un parco termale creato nel rispetto dell’ambiente, con piscine termali zen, hammam, una piscina-labirinto giapponese, sculture contemporanee, piante esotiche e una spiaggia privata sulla Baia di San Montano.

Si tratta di un luogo incantevole, perlopiù frequentato da giovani. Negombo offre anche una tavola calda e una serie di massaggi e trattamenti di bellezza.

Sorgente di Nitrodi

Non è tanto un parco termale quando un percorso nella natura in cui alle sorgenti si alternano giardini e percorsi aromaterapici.

I Romani furono i primi a scoprire le proprietà curative di queste sorgenti, tanto da erigere un ninfeo in questa zona.

Queste sono le uniche acque termali di Ischia che si possono bere. Le loro proprietà sono utili per depurare i reni, ridurre l’acido urico e contro gastriti e ulcere. Inoltre, qacque rendono la pelle liscia, eliminano impurità e hanno un rapido effetto cicatrizzante.

Spiagge e baie

Baia di Sorgeto

Nel comune di Forio, la Baia di Sorgeto è un’insenatura intima e appartata dove l’acqua marina si mescola con quella termale che sgorga sotto il costone.

Grazie alla particolare conformazione di questa baia, riparata dai venti e, nei mesi estivi, baciata dal sole per quasi l’intera giornata, è tipico il bagno al chiaro di luna, oltre alla possibilità, davvero unica, di immergersi in tutta sicurezza anche nei mesi più freddi dell’inverno.

Sorgeto si può raggiungere a piedi seguendo un sentiero che parte dal paesino di Panza oppure si può usare un taxi d’acqua.

Chiaia a Foro d’Ischia

Si trova a circa 300 metri dal centro, è grande e comoda e si contraddistingue per svariati stabilimenti con bar e ristoranti.

Ha però anche molti spazi di spiaggia libera ed è adatta ai bambini. Può essere affollata.

Cava dell’isola

Tra due promontori di roccia tufacea, collegata alla strada da una serie di scalini, si trova questa spiaggia sabbiosa.

Molto amata dal turismo giovanile, la spiaggia si affaccia su fondale marino subito alto.

Baia di San Montano

Una delle più belle dell’isola si trova in un’insenatura dove, secondo la leggenda, sbarcò dall’Africa Santa Restituta, una dei Santi Patroni dell’isola.

La spiaggia si caratterizza per la sabbia fine, il fondale basso e l’acqua sempre molto limpida. Ha uno stabilimento attrezzato.

Spiaggia dei Maronti

Lunga circa tre chilometri, è una delle spiagge più conosciute e belle dell’isola. Il suo nome deriva dal greco e significa spiaggia tranquilla.

La parte maggiore della spiaggia si trova nel Comune di Barano ed è raggiungibile seguendo una strada panoramica che scende a tornanti e offre spettacolari panorami, oppure dal suggestivo borgo di Sant’Angelo tramite un accesso pedonale o i taxi d’acqua.

Spiaggia dei Pescatori

Situata a ridosso di Ischia Porto, a circa 200 metri dall’ingresso di Ischia Ponte, lungo un tratto di costa un tempo usato soltanto dai pescatori, la pittoresca spiaggia di sabbia dorata è immersa in un ambiente paesaggistico unico e suggestivo.

Il luogo regala ancora un’atmosfera autentica grazie alle numerose barche di legno dei pescatori tirate a secco sulla sabbia e al profumo di pesce fresco dei ristorantini tipici sul mare.

Dove dormire a Ischia

In tutta l’isola di Ischia ci sono oltre 200 strutture da 1 a 5 stelle dove dormire. È importante prenotare con molto anticipo per trovare l’alloggio desiderato, soprattutto se si vuole visitare l’isola durante l’alta stagione e durante i ponti primaverili. Le spa spesso accettano solo prenotazioni a trattamento di mezza pensione o pensione completa.

Quasi tutti gli alberghi chiudono durante l’inverno e quelli che rimangono aperti praticano forti riduzioni.

I comuni dell’isola offrono n opportunità adatte a tutte le esigenze e con la possibilità in ogni caso di visitare tutta l’isola, ben coperta da una rete di mezzi pubblici organizzata e capillare: il capolinea è situato ad Ischia Porto ma ci sono fermate in tutte le località dell’isola.

Ischia Porto – Ischia Ponte

Ischia Porto ed Ischia Ponte sono la soluzione perfette per chi non cerca soltanto le spiagge ma vuole anche un luogo in cui sia possibile trascorrere qualche ora a passeggiare guardando le vetrine o facendo shopping, bere un drink in uno dei tanti locali e godersi la vita notturna dell’isola. Inoltre le zone di Ischia Porto e Ponte sono ben collegate anche con la stazione dei bus e sono perfette per i giovani, per le coppie e per famiglie.

Il Porto è consigliato a chi vuole fare lunghe passeggiate oppure mangiare in uno dei numerosi ristoranti della zona.

Ischia Ponte conserva l’atmosfera tipica del borgo antico abitato dai marinai.

Forio

Forio, insieme a Ischia Porto, è uno dei due comuni più vivaci, anche di sera, ma allo stesso tempo è anche l’area più romantica dell’isola. Per quest’ultimo motivo è la zona ideale dove alloggiare per chi è venuto a Ischia alla ricerca di una vacanza all’insegna del mare e del sole. L’accesso alle spiagge è libero ed è l’ideale se si viaggia con la famiglia e i bambini.

Forio è situata in posizione strategica per raggiungere gli altri comuni dell’isola, in particolare l’affascinante Borgo di Sant’Angelo.

Questo comune è il luogo migliore per alloggiare anche per i turisti che vogliono avere a portata di mano numerose attrazioni da visitare: qui infatti si trovano i giardini La Mortella, i giardini Poseidon Terme, la Chiesa del Soccorso e la Villa la Colombaia con il museo dedicato a Luchino Visconti.

Sant’Angelo

Il suggestivo borgo di Sant’Angelo è perfetto per chi vuole fare una romantica vacanza di coppia, nel più completo relax. In questa zona isolata e tranquilla di Ischia il mare è splendido e c’è una splendida baia che vale la pena vedere.

La sera però il borgo offre davvero poco svago.

Questa zona è anche ideale per le famiglie che privilegiano la quiete e la tranquillità.

Vita notturna

Il fulcro della vita notturna dell’isola si svolge nel comune di Ischia. La principale zona di riferimento per i giovani è la zona alta di corso Vittoria Colonna dove si trovano i locali notturni più famosi di Ischia, come ad esempio il Valentino, aperto dopo mezzanotte con musica dal vivo e discoteca. Sempre in questa zona vale la pena fare un salto all’Harem o al Molo 18 sul porto.

A Ischia sono molto numerosi gli american bar che propongono musica dal vivo. Tra i più noti ci sono l’Ecstasy in Piazzetta dei pini, con piano bar fino alla mezzanotte, Dioniso, Friends, Kiwi ad Ischia Ponte e il Cappuccino alla Rive Droite.

Un altro punto importante per il divertimento notturno è Forgio dove si distinguono la Dolce Vita e l’Alta Marea aperti fino all’alba sul porto.

Per la musica dal vivo e i balli latinoamericani va segnalato il Millenium alla Rive Droite.

Per chi invece ama una serata più tranquilla l’ideale è il Giardino degli Aranci al Corso Colonna o la taverna Vecchia Napoli dove si suonano e si ballano canzoni tipiche napoletane.

Dove si trova

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 5 su 1 voti

Aeroporti vicini

Condividi